Rocco e i liberali alla RSI

Pubblicità

Rocco Cattaneo dimentica, o finge di dimenticare, che prima di Canetta la RSI è stata diretta da liberali e PPD, e le assunzioni effettuate di persone in quota ai suddetti partiti

Di

Torniamo non per nostro accanimento su Rocco Cattaneo e sulle sue dichiarazioni anti RSI (leggi qui), in cui come il peggior leghista, strillava per ribadire la sua teoria di un ente asservito a socialisti e Verdi.

È lo stesso Rocco Cattaneo, infatti, due giorni dopo le sue esternazioni a essere intervistato ieri mattina da Rete Uno mentre si reca in bicicletta a Berna. La RSI è in mano ai rossi, ma quando parla dell’enfant prodige neo consigliere nazionale evidentemente va bene.

Già che ci siamo facciamo notare a Cattaneo alcune cosette che forse dovrebbero farlo riflettere su cosa è l’ente radiotelevisivo e cosa è stato per decenni.

Da quando esiste, la RSI ha avuto direttori di Area PPD. Antonio Riva, Cherubino Darani, Marco Blaser e poi, pratico di televisione come un fruttivendolo di astrofisica, Remigio Ratti. Ultimo prima di Canetta, Bernardino Balestra, in quota PLR. Balestra, capo dei programmi RSI nel 1986, diventa direttore nel 1999 e guida l’ente per 15 anni, addirittura prolungando ad hoc il pensionamento di un paio d’anni. In quel periodo assunti o promossi in posti dirigenziali alla RSI e targati platealmente PLR ci sono stati:

Enzo Pelli – Capo Cultura, PLR

Patrick Tonascia – Capo Tecnica,  PLR

Michele Fazioli – Capo Informazione, PLR

Roberto Pomari – Capo Tecnica, PLR

Jacky Marti – direttore radio Rete Tre e Rete Uno, PLR

Augusto Chollet – Capo Intrattenimento e poi direttore Multimedia, PLR

A essere onesti c’è anche stato, come capo dell’informazione, Edy Salmina (PS), uno che però il partito avrebbe volentieri sparato su Marte se solo avesse potuto.

Allora noi chiediamo a Rocco Cattaneo: chi ha fatto le assunzioni in RSI negli ultimi decenni? I socialisti e i Verdi?

Omettiamo per pudicizia e per un minimo di correttezza l’elenco dei nullafacenti, sovente incapaci ma fedelissimi, che proprio il PLR (ma pure la Lega, che ha imparato presto a farlo) ha sistemato per amor di partito. Comunque, Rocco, non preoccuparti se la memoria ti fa difetto, possiamo aiutarti noi a ricordarli uno per uno.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!