Guida Michelin 2018, quello che non vi han detto.

Dove mangiare in Svizzera senza spendere un capitale, secondo i critici del vademecum per buongustai

Di

In autunno, oltre a sbucciare castagne, ci si diverte anche con la nuova guida Michelin. Ogni anno, verso metà ottobre, in quasi tutte le redazioni ci si concentra sui grandi chef, quelli dai quali per mangiare arrivi a sborsare anche 500 franchi (bibite incluse, si spera). Perché le stelle fanno sempre notizia.

Sapere che da tutta Europa si precipitano nel minuscolo villaggio di Fürstenau, per deliziarsi con la cucina di Andreas Caminada, è interessante. Credo però che sedersi alla sua tavola, nello charmoso castelletto grigionese, sia per alcuni un sogno, per altri una presa per i fondelli. Per altri ancora pura noia.

Ma visto che siamo in tempo di feste, di giorni in famiglia, magari sapere che la guida Michelin pensa anche ai “comuni mangiatori”, può essere interessante. Ho selezionato, per ogni Cantone, tutti i locali contrassegnati dallo storico ‘Bibendum’. A farla spiccia: tutti quei locali dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. In Svizzera i Bib Gourmand sono 153, a sud delle Alpi ce ne sono sette. E, come dicono i critici Michelin, in tutti ci si può rimpinzare con meno di 70 franchi.

“Un giorno, mentre eravamo chiusi, una signora ha bussato a una finestra del locale. Era della guida Michelin, ci ha detto che nel corso dell’anno avremmo ricevuto la visita di un critico. E così è stato: un uomo seduto al tavolo da solo, a fine pasto è arrivato al bancone, ha pagato e si è presentato. Innocentemente gli ho chiesto se aveva mangiato bene. Non mi ha risposto”. Davide, gerente e chef del ristorante Centrale di Losone, dopo il racconto della visita a sorpresa del critico, mi confida d’essere soddisfatto del ‘Bibendum’: “Raggiungere un ottimo rapporto tra qualità e prezzo era ed è il nostro obiettivo”. Altrettanto soddisfatti sono i gerenti del T3e Terre di Tegna, ‘bibendati’ dal 2012: “Non miriamo a diventare un ristorante Gourmet stellato; nonostante ciò, siamo lieti e onorati d’esser considerati dall’importante guida rossa”.

Quindi, se non avete intenzione di comprare l’edizione 2018 e per una volta volete evitare TripAdvisor, ecco quali locali sono stati selezionati in Ticino e Grigioni italiano*; per tutti gli altri ci sono le tabelle.

Ascona: Aerodromo da Nani, i critici dicono: “Imperdibili le specialità alla griglia, nonché le altre proposte regionali”.

Ascona: Asia, i critici dicono: “Cucina asiatica di tendenza, si passa con disinvoltura dal sushi alle proposte thailandesi, senza scordare le specialità al curry”.

Losone: Centrale, i critici dicono: “Una squisita atmosfera familiare dove assaporare una gustosa cucina regionale”.

Capolago: Grotto Eguaglianza, i critici dicono: “Specialità regionali ricche di gusto a cui lo chef aggiunge il suo tocco personale”.

Lugano Massagno: Grotto della salute, i critici dicono: “Caratteristico grotto, dove assaggiare una gustosa cucina casalinga, permeata da influenze mediterranee”.

Tegna ponte Brolla: T3e Terre, i critici dicono: “La cucina omaggia la tradizione e i sapori mediterranei, come ad esempio l’ossobuco di vitello con risotto allo zafferano”.

San Vittore: Osteria Fagetti, i critici dicono: “I piatti seguono le stagioni, tra le scelte del menu noi consigliamo risotto al rosmarino o salmì di capriolo con polenta”.

*Le citazioni corrispondono a un sunto delle recensioni sulla guida.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!