Intervista diabolica a Renato Scheurer

Pubblicità

Di

Signor Scheurer, lei è additato da molti come capro espiatorio, come responsabile, in fondo, dell’appalto Argo1. Oggi si annuncia la sua partenza dal dipartimento.

Diavolo: “Signor Scheurer, allora va in pensione?”

Renato Scheurer: “Si in effetti vado in pensione, mi dedicherò ai miei nipotini e ai loro appaltini”.

D: “Ma ha l’età per la pensione?”

RS:“Eh? Non proprio, mi mancherebbe ancora un po’, ma tra il prepensionamento e qualche straordinario…penso che posso andarmene ora.”

D: “Quanti straordinari?”

RS: “ Ehm…tre anni credo”

D: “Tre anni di straordinari?!”

RS: “Si, ma ci sono anche le vacanze che non ho fatto, mica solo straordinari, mi piaceva lavorare”

D: “Eh ho capito, ma tre anni…e quante sono le vacanze?”

RS: “Dod…no, diciotto mesi.”

D: “Un anno e mezzo?”

RS: “Non ha idea di come passa il tempo quando ci si diverte, e allora mi dimenticavo di fare le vacanze e accumulavo e accumulavo…Anzi, a essere onesto avrei già dovuto andare in pensionamento due anni fa, ma poi il mio attaccamento al dovere e allo Stato mi hanno imposto il sacrificio di restare al mio posto.”

D: “Un eroe del nostro tempo.”

RS: “La ringrazio, mi fa piacere che qualcuno lo abbia capito. Troppo fango è stato gettato su di me per un appaltino del cacchio, che poi nessuno dei negri si è mai lamentato.”

D: “Intende gli asilanti nei centri?”

RS: “E che ho detto?”

D: “ A dire il vero, lamentele ce ne sono state eccome.”

RS: “Fango. Gliel’ho detto. Anche lei, povero Diavolo, si è fatto intortare dai media asserviti, dalle fake news, dall’establishement e dalla Big Pharma.”

D: “A me sembra che stia usando una cortina fumogena”

RS: “No, e glielo dimostro. Ribaltiamo la cosa, come si fa dire che è onesto fare un concorso per un appalto? Provatemelo. Quei milioni Sansonetti li ha poi avuti? Avete le pezze giustificative?”

D: “Eh? Ma è impazzito?”

RS: “ Ecco vede? Che squallore, anche lei a gettare fango senza prove…”

 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!