I favorevoli a No Billag usano il treno?

Pubblicità

Di

I favorevoli a No Billag usano il treno?

Credo di no, perché per coerenza dovrebbero fare una votazione per depennare dalle proprie tasse i costi FFS. Insomma che paghino solo quelli che lo usano. Non c’è solo la Billag da far pagare à-la-carte. Neh!

Mi spiego: la Confederazione copre il 55% dei costi FFS pari a circa 1.65 miliardi che equivalgono a CHF 200.–/a testa (8.3 milioni di abitati). Un nucleo famigliare di 4 persone contribuisce quindi con CHF 800.–/anno che usi o no il treno.

Quasi il doppio dell’attuale Billag, oltre il doppio del futuro canone. La popolazione Ticinese (330’000×200.–) contribuisce ai costi FFS con circa 66 milioni.

Per farla breve, considerando che in Ticino ci siano 35’000.— abitanti che usano il treno con abbonamento annuale (stat 2016), senza la copertura da parte della Confederazione, il loro abbonamento annuale aumenterebbe di CHF 1’890.— a testa (66mio/35000)! Insomma un nucleo famigliare di 4 persone spenderebbe oltre 10’000/anno per usare il treno.

Questa è la politica del pagare solo quello che si consuma: nei servizi è un harakiri.

Billag: il resto della Svizzera, tramite il canone, versa al Ticino oltre 200milioni che generano tasse Comunali e Cantonali per circa 20 milioni + altri indotti: commercio e occupazione.

E poi ci sono i 1200 disoccupati, della sola RSI, a 4’000/mese, che generano un costo alla cassa della disoccupazione pari a CHF 4.8 milioni/mese, 57.6 milioni all’anno e un mancato introito in tasse per circa 6 milioni che sommati al mancato indotto dei 200milioni… sono circa 26 in tasse che Cantoni e Comuni perdono.

Riassumendo il danno totale per il solo Ticino (all’anno), perché di DANNO si tratta, è di circa 80 milioni. (tasse + indennità di disoccupazione da versare)

E quelli della NO Billag, si lamentano se si tagliano servizi perché mancano 5 milioni a preventivo?

Questa è follia!

Rossano Bruni

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!