Il “come” è importante, il “cosa” è fondamentale

Pubblicità

Di

Qui su FB passiamo del gran tempo a discutere. Spesso anche a litigare. E in questi anni io mi son fatto l’idea che il confronto, che io ritengo di principio sano, perché riavvicina i cittadini alla politica, avvenga spesso più per partito preso che altro. Ma questa non è politica, ragazzi: questo è tifo. Un bel giorno si sceglie una sponda e salvo rare eccezioni si segue quella. Spesso acriticamente. Al punto che alcuni finiscono a credere a idiozie oggettivamente incommensurabili, tipo che la Terra è piatta e simili.

Che poi in realtà tutti vorremmo le stesse cose, ma è su come ottenerle che ci si scontra. Può pure essere un bene, se dal confronto si esce col pragmatismo della concordanza, che spesso permette di trovare e correggere gli errori delle varie soluzioni proposte. Può essere un male se il confronto diventa scontro e guerra di trincea. Perché allora non si risolve nulla. Ed è assurdo, perché come dicevo, alla fine gli obiettivi sono uguali per tutti.

Perciò oggi, con questo post dichiaratamente buonista, provo ad elencarvene alcuni tramite i miei auguri per il 2018. Così, tanto per ricordarci che possiamo pure discutere sui mezzi, ma è il fine quello che conta.

Auguro al mondo che si riduca il riscaldamento del pianeta. E pazienza se non siamo d’accordo su quali ne siano le cause.

Auguro al buonsenso di riuscire a recuperare il primato su economia e mercati.

Auguro all’Africa che nessuno senta più il bisogno di emigrare, perché finalmente tutti staranno bene a casa propria.

Auguro alla politica che le persone ragionevoli e di intelletto ritrovino la voglia di mettersi a disposizione. Perché quasi ovunque a governare non sono le persone migliori.

Auguro alla scienza e all’arte di diventare il sogno di ogni bambino.

E auguro all’umanità di ritrovare la voglia di sognare che c’è in ogni bambino.

Perché il “come” è sicuramente importante, ma il “cosa” è fondamentale

 

Gino Ceschina

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!