SuperNorman ci regala la vaselina

Pubblicità

Gobbi ristorna i soldi versati in eccesso per le imposte di circolazione: ma in 7 anni cosa ha fatto per cambiare la legge?

Di

Se volete un fantastico esempio di come il foglio leghista riesca, in barba alle più elementari leggi della logica, a girare la frittata a suo favore, qui avete un esempio spettacolare.

Ne avevamo già accennato qualche giorno fa (leggi qui). Si parla degli 8 milioni che Gobbi deve ristornare ai cittadini in merito a un ricorso. La solita legge raffazzonata (stile LIA) e applicata senza le dovute verifiche, altro che PPD. Ma leggiamo l’ennesima lisciata di pelo a Supernorman:

“Imposte di circolazione: la legge voluta dal PPD ha problemi di legalità

Grazie all’intervento di SuperNorman i cittadini ticinesi riceveranno i soldi che hanno versato in eccesso per le imposte di circolazione del 2017 e del 2018 (sempre che il resto del Governicchio cantonale non affossi la proposta). La decisione è stata presa in seguito a una sentenza del Tribunale d’appello, nella quale tra l’altro veniva ribadito che l’attuale legge (del 2009!) presenta una serie di lacune e per certi versi è anche illegale. Ma guarda un po’… fu proprio l’allora ministro PPDog Luigi Pedrazzini a volerla, e una volta finito il suo mandato ha lasciato la patata bollente da gestire al nostro SuperNorman. (…) Per fortuna che alla prova dei fatti, il nostro Super-Norman porta le soluzioni concrete! Forza Norman, avanti così.”

Il ministro PPDOG l’avrà anche voluta, ma il Norman che appoggia il sedere sulla sua sedia ha avuto 7 anni di tempo per rimirarsi la patata bollente, sennò cosa è lì a fare?

Facciamola semplice. Il ministro Gobbi applica una pratica non molto apprezzata dai cittadini costretti a mettersi a 90 gradi e a subire intrusioni posteriori. Poi arriva il Mattino che strilla: “Fantastico! Supernorman vi regala la vaselina!”

Non so se ci siamo capiti.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!