Adesso le promesse vanno mantenute

Pubblicità

Nonostante la netta sconfitta dell’iniziativa No Billag, Lorenzo Quadri, insieme ai sostenitori del SI, continua a cercare di avere comunque ragione e dettare legge

Di

Così scrive il Mattino della Domenica nel suo ennesimo articolo su No Billag. Siamo stanchi anche noi di parlarne, ma d’altronde, non si può stare qui a sentire tutte queste baggianate e fare finta di nulla.

Nell’articolo, dove, nonostante la sconfitta quasi bulgara, Quadri e company continuano a voler dettare legge, si leggono una serie di considerazioni abbastanza divertenti, soprattutto pensando al risultato scaturito dalle urne:

“(…) Tra le forze politiche solo la Lega dei Ticinesi ha indicato di votare Sì all’iniziativa. A livello mediatico, il Mattino e il Paese sono stati gli unici a sostenere l’iniziativa.”

Ecco, qualcuno dovrebbe magari domandarsi come mai, in Ticino, né i liberali che la sostenevano in parte oltralpe né l’UDC, si siano schierati. Qualche domandina bisognerebbe farsela.

E per quanto riguarda la mediatizzazione, stendiamo un velo pietoso. La pubblicità a pagamento a favore dell’iniziativa aveva sotterrato quella contro, superandola di dieci volte. Dieci! (leggi qui)

“(…) ciononostante, da quasi 50’000 ticinesi è venuto un chiaro segnale nei confronti della RSI. (…)”

Verissimo, e da quasi 100’000 è venuto un chiaro segnale che è meglio che vi chiudiate nel casotto del gabinetto in cortile a riflettere un attimo.

Ragionando così, anche la battaglia di Arbedo è stata una vittoria, e i 900 confederati sopravvissuti hanno dato un bel segnale ai milanesi del Carmagnola.

Sarebbe bello sentire Quadri blaterare così anche quando è lui a vincere le votazioni, magari per il rotto della cuffia. Allora lo aspetteremo per vedere quanta considerazione avrà dei perdenti e quanto ascolterà le loro rivendicazioni.

“(…) La Lega dei Ticinesi continuerà la propria battaglia affinché il canone radio-tv venga sensibilmente ridotto. (…)”

Non dubitiamo, magari gli amici di UPC Cablecom e di Sunrise, se cercano hanno ancora qualche soldino nel portafoglio.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!