Gaszebo – 30 Marzo/5 Aprile

Pubblicità

Di

C’è da fare, c’è sempre qualcosa da fare” cantava Giorgia a metà degli anni Novanta. Però, scavallato il primo millennio, non è che le cose siano cambiate granché, anzi. Ecco perché una mano nella scelta ve la diamo noi del GAS, tanto più che l’unico vero tesoro a disposizione di tutti è il tempo. Così, se volevi sapere cosa offre la Svizzera italiana, ora ve lo suggeriamo noi del GAS, cosa fare. E se invece fossi tu a volerci segnalare un evento che ti sta particolarmente a cuore… puoi farlo scrivendoci a gentecheaccende@gmail.com!

 

Venerdì 30 marzo 2018 “Hang Up”

Si va a caccia del senso della vita al Teatro Dimitri di Verscio. In bilico, in equilibrio fra il teatro e la clownerie la compagnia “Les Diptik”, alle 20.30, porta in scena lo spettacolo che vede protagonisti la tenera e ribelle Garlic e il pensieroso e imprevedibile Dangle. Entrambi, vivono infilati in un soprabito. Appesi ad un attaccapanni. Sospesi nel tempo e nello spazio. In attesa di poter rinascere, un po’ come avrebbe voluto fare nonno Silvio alle ultime elezioni politiche in cui è stato trombato da Beppe Grillo, comico pure lui ma ben più divertente. Quando la follia dei clown, si sovrappone a quella della vita vera.

www.teatrodimitri.ch   

 

Venerdì 30 marzo 2018 “Martha Hill in concerto”

marta hill gaszebo

Musica profana per la sera del venerdì santo. Alle 21.30, il club Turba di Lugano, ospita la performer di peso e polistrumentista Martha Hill. Mescolando jazz, soul, folk ed elettro-pop la ragazza originaria di Newcastle, con un tour di ben 14 tappe lungo l’intero stivale, andando dal Friuli alla Puglia, farà una capatina anche in Ticino. Lei e il suo inseparabile violoncellista Ceidith. Una proposta raffinata esclusivamente per palati fini. Astenersi perditempo e adoratori del fritto misto sanremese.

www.turba.xyz

 

Sabato 31 marzo 2018 “Da Sotto la ruota allo Zen | Hermann Hesse e il Giappone”

hermann hesse gaszebo

Al Museo Hermann Hesse di Montagnola, alle 18.30 s’inaugura la mostra dedicata all’unico premio Nobel ticinese e a quella che è stata la sua relazione con l’Impero del Sol Levante. Per Hesse, il Giappone rimase a lungo nell’ombra della Cina e dell’India ed solo con l’età che s’appassionò ai manga e ai robottoni tipo Jeeg Robot d’acciaio o Goldrake. Leggende e falsi miti a parte, sta di fatto che dopo gli Stati Uniti, il Giappone resta a tutt’oggi il paese di lingua non tedesca con la vendita più alta di libri dello scrittore di Siddharta.

www.hessemontagnola.ch  

 

Domenica 1 aprile 2018 “La Coeurdonnière”

Ancora al Teatro Dimitri di Vescio, per una Pasqua davvero coi fiocchi. Alle 18, a calcare il palco, ci sarà Masha Dimitri con uno spettacolo senza parole adatto a un pubblico di tutte le fasce d’età. Masha si dedica alla cura dei cuori. Col cuore in mano ripara il cuore di pietra, il cuore spezzato, il cuore pesante, per trasformarli in un cuore leggero, in un cuore aperto e in un cuore gioioso. Consigliato a tutti coloro che non hanno battiti da perdere. Perché tra un cuore di ghiaccio e uno di pastafrolla, volendo c’è sempre un bel cuore di panna che v’aspetta!

www.teatrodimitri.ch     

Domenica 1 aprile 2018Picasso. Uno sguardo differente”

Ma che bello andare per musei e farlo gratis. Ogni prima domenica del mese si può, anche se è Pasqua. E non è mica un pesce d’aprile! Allora tutti al LAC alla scoperta del più amato, criticato e chiacchierato pittore del Novecento. L’alfiere del cubismo, capace di passare dal periodo blu a quello rosa rimanendo fedele a se stesso e al proprio talento. Non a caso si dice che Picasso quando morì, ormai novantunenne, tenesse ancora la matita in mano.

www.masilugano.ch/

Lunedì 2 aprile 2018 “Torneo internazionale di calcio under 18”

Si chiude a Bellinzona, con la finalissima in programma alle 15, il torneo calcistico pasquale per antonomasia. La competizione giovanile nata all’ombra dei Castelli nel 1941, cioè nel bel mezzo della seconda guerra mondiale, negli anni è cresciuta fino ad aggiudicarsi il nientemeno che il patrocinio della FIFA. Perché se Nino non deve aver paura di tirare un calcio di rigore, probabilmente uno dei campi in cui si è allenato a farlo è stato proprio quello del Comunale.

www.acbellinzona.ch

Martedì 3 aprile 2018 “Luce e Ombre di Sicilia”

La rassegna che presenta

“Sei film ambientati in Sicilia all’insegna di Nonsolomafia e di NonsoloMontalbano”. È questo lo slogan scelto per la rassegna in programma al Cinema Iride di Lugano dedicata all’isola vulcanica al centro del Mediterraneo. Alle 20.30 la proiezione di “Terraferma” di Emanuele Crialese. Perché Terraferma è l’approdo a cui mira chi naviga, ma è anche un’isola saldamente ancorata a tradizioni immobili nel tempo. Insomma, quando si dice: “ora uora arrivau u ferribotte!”

www.luganocinema93.ch

Mercoledì 4 aprile 2018 “Orchestra Mozart in residenza al LAC”

Wolfgang Amadeus Mozart è stato la prima vera rockstar nella storia della musica. Ed è l’orchestra che porta il suo nome, fondata dal maestro Claudio Abbado, un’orchestra che solitamente affianca grandi solisti a giovani talenti provenienti da ogni parte del mondo, ad essere invece stata ospite di LuganoMusica. Una residenza pasquale durata cinque giorni che si chiude in bellezza, alle 20.30, con un concerto sinfonico alla Sala Teatro del LAC di Lugano dove, a seguire, la festa continua perché, non so a voi, ma a me la musica classica mi Mozart il fiato.

www.luganomusica.ch

Giovedì 5 aprile 2018 “Finale Microfono d’oro 2018”

La rassegna Open Mic termina in bellezza allo studio Foce di Lugano con la serata finale e la premiazione del vincitore che sarà decretato dal pubblico presente. Open Mic proprio come la mitica Corrida di Corrado dà a tutti – nessuno escluso – la possibilità di esprimere la propria arte canora, strumentale, performativa, cabarettistica, verbale, corporale e… chi più ne ha, più ne metta. Per la serie: datemi un microfono e vi creerò un talent.

www.facebook.com/OpenMicTicino    

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!