L’amore ai tempi della finanza

Pubblicità

“Lealtà”, di Letizia Pezzali. Un romanzo d’amore ed economia sullo sfondo della Brexit

Di

Usare una sola parola come titolo per un romanzo non è da tutti, e non accade spesso. E’ un bell’ impegno, o promessa. Bastano pochi titoli per rendere l’idea: «Furore», «Senilità», «Lolita», «Siddharta», «Amleto», «Espiazione», «1984» … insomma possono tremare i polsi. Se poi pensiamo che questa scelta è stata fatta da e per una esordiente, o quasi, allora la sfida si fa intrigante. Stiamo scrivendo di «Lealtà», di Letizia Pezzali. Un romanzo che si svolge in Inghilterra, nei giorni nostri, nell’universo dell’alta finanza. Dunque in piena Brexit, che aleggia come un fantasma cattivo sopra tutto e tutti. Addirittura fagocita le percezioni ed i rapporti umani di questo ambiente, descritto quasi con ferocia. La protagonista è Giulia, una giovane brillante laureata in economia e subito assunta in un ruolo di prestigio presso la City, in una grande banca americana. Lei, diciamolo subito, non è una rampante pronta a tutto. Semplicemente se la cava molto bene sul lavoro pagando il fio in una vita personale un po’ così.

Le manca il padre che non ha mai conosciuto, ha scompensi affettivi, si innamora di un uomo molto più grande di lei (di 20 anni). Lei fa dell’osservazione una pratica quotidiana ma lo fa con distacco e passione. Non è per il sesso, che c’è pure stato, non è per il tradimento (di lui, regolarmente sposato), nemmeno per le difficoltà temporali che una simile impostazione comporta. Il suo essere innamorata trova sfogo in vagonate di messaggini, neanche sempre logici. Senza una reale crescita interiore si trova a vivere in termini aziendali anche il suo linguaggio quotidiano: nei rapporti intimi ragiona in base al principio di «dare e avere», di rischio (meglio se calcolato), di perdite programmate. Perché il suo desiderio è paragonabile a quello di migliaia di azionisti anonimi. Investe nei sentimenti come se fossero capitali e quando si butta in una nuova relazione valuta interessi attivi e passivi. E a fusi orari imposti dall’apertura delle borse di tutto il mondo si ritrova a digitare codici criptati su facebook.

Perché oramai è il tempo della … lealtà. Che passa sopra tutto e tutti: è molto di più, almeno al giorno d’oggi, almeno in quell’ambiente.

E’ l’unica possibilità di redenzione. «Se parlerai di noi, fallo con lealtà» dice il protagonista maschile. E, reagisce lei: «Penso alla lealtà. Esiste una parola più nobile, per definire un rapporto fra due persone ? La parola amicizia oggi ha perso molto del suo significato, diventando un sinonimo di contatto, di rete, di connessione. La parola amore si porta dietro tutto il peso della storia: la storia del cuore, fatta di emozioni impraticabili, di sentieri a strapiombo, di aperture inattese e improvvise segregazioni. Di sangue. La parola lealtà invece mantiene una schiettezza, mostra tutti i suoi legami con la sincerità, la giustizia, l’apertura. E’ troppo astratta ? E’ troppo difficile ? Porta con sé dei rischi ? La lealtà talvolta mostra le venature dell’attaccamento e dell’eccessiva devozione». Ecco, questa è Letizia Pezzali. Una giovane scrittrice che merita di essere letta. Perché dopo queste ore passate con lei, potenza della narrativa, anche le nostre percezioni sono cambiate.

«Lealtà» , di LETIZIA PEZZALI, 2018, Einaudi Stile Libero, 2018, pag. 202, Euro 17,00.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!