Kandemir Bordoli Prima Cittadina del Cantone

Pubblicità

È un ottimo risultato quello ottenuto da Pelin Kandemir Bordoli, deputata socialista alla carica di prima cittadina del Cantone

Di

È un ottimo risultato quello ottenuto da Pelin Kandemir Bordoli, deputata socialista alla carica di prima cittadina del Cantone. 72 voti su 84 parlamentari presenti, sanciscono un’elezione sì quasi scontata, come è di solito quella a capo del Gran Consiglio, ma sottolineano la stima e il rispetto che Kandemir Bordoli ha raccolto in un decennio di lavoro all’interno del legislativo e delle commissioni.

Precisa, caparbia e grande lavoratrice ma sempre col sorriso, Pelin Kandemir Bordoli è la quinta donna a occupare questa carica. Leggiamo dal comunicato del PS:

“Competente ed esperta, è stata Vicepresidente del Partito Socialista dal 2004 al 2011 e Capogruppo della deputazione socialista al Gran Consiglio dal 2011 al 2016. È l’attuale Presidente della Commissione gestione e finanze, già presidente della Commissione speciale tributaria ed è prima Vicepresidente della Commissione controllo del mandato pubblico di Banca Stato. Nel corso delle legislature ha acquisito una solida esperienza anche in seno ad altre commissioni quali la Scolastica, la Legislazione e la Commissione speciale elezione magistrati.”

Ma Pelin Kandemir è anche di più, essendo responsabile dell’Impresa sociale Sostare di SOS Ticino che si impegna per l’integrazione sociale e l’inserimento socio-professionale di persone in difficoltà. Di origini turche ma cresciuta in Svizzera, non ha mai dimenticato cosa vuol dire essere stranieri e migranti, dedicando molta della sua esperienza proprio all’integrazione e all’esclusione sociale.

La redazione di GAS fa gli auguri alla neoletta, con l’auspicio che sotto la sua egida, il Gran Consiglio possa sciogliere nodi che strangolano spesso i ticinesi proprio negli ambiti che le sono congeniali.

 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!