Gaszebo – Gli eventi in Ticino dall’1 al 7 Giugno

Di

“Voulez-vous un rendez-vous, tomorrow? We could try to say godbye…tomorrow!”, così cantava Amanda Lear che sulla sua natura androgina ci ha sempre marciato. Appuntamenti e addii a parte – a proposito di marce – chissà se la sua musica farà o meno da colonna sonora alla parata LGBT del Pride 2018 in programma sabato pomeriggio a Lugano? L’unico modo che avete per scoprirlo è quello di partecipare anche voi, come noi del GAS, all’evento. Ma, Pride a parte, la prima settimana di giugno prevede anche tanto altro. Così se non avete né tempo né voglia di spulciare le agende, GASzebo anche stavolta lo fa per voi! Perché il tempo è la cosa più preziosa che possediamo. Ecco perché investirlo bene è un dovere etico e morale. E se, per caso, vi frullasse nella testa un qualche tipo d’affare a breve termine… segnalatecelo all’indirizzo email gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 1 giugno 2018 “Il sarod e la musica indiana al Teatro Paravento”

sarod e la musica indiana

Sarà il sarod lo strumento protagonista dalle 19 al Teatro Paravento. Infatti, la rassegna CulturAll, quest’anno presenta a tutto il pubblico locarnese uno degli strumenti più popolari e importanti della musica classica del Nord dell’India. A forma di liuto, il sarod è un diretto discendente del gabar afgano. Certo, forse non è il caso di dilungarci indagando siano le differenze tra i due strumenti, ma quel che conta è che, come diceva un filosofo tedesco, “senza musica la vita sarebbe un errore”. Dunque, se per caso doveste decidere di partecipare alla serata del Paravento sappiate che non si tratta affatto di un sbaglio. Anzi. Consigliato a tutti coloro che vogliono saperne di più delle atmosfere che nel recente passato tanto hanno influenzato anche la musica occidentale. Un esempio su tutti? “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” l’ottavo album dei Beatles. Perché se non sarà sarod, forse almeno Ringo Starr.

Sabato 2 giugno 2018 “La parata LGBT al Pride di Lugano”

Finalmente ci siamo! È tempo di sfilare. Anche per noi di GAS Social che parteciperemo alla grande festa LGBT e in particolare alla parata che sarà uno dei momenti principali del tutto. L’allegro corteo prenderà il via in Piazza Bernardino Luini, davanti al LAC, e si snoderà sul lungolago fino a Rivetta Tell per poi proseguire in Corso Elvezia, Viale Cattaneo e raggiungere infine il Campo Marzio. Migliaia le persone che marceranno accanto alle associazioni che hanno aderito a sostegno del Pride 2018 di Lugano o che vogliono semplicemente godersi la musica e l’atmosfera di festa. Nata quasi 50 anni fa, la “LGBT Pride Parade” commemora i moti di Stonewall del 28 giugno 1969, che videro la comunità LGBT di New York sollevarsi contro l’oppressione poliziesca e i soprusi subiti. Fu l’avvio del processo (ancora in corso) di liberazione delle persone LGBT. Ultima fermata: Lugano.

www.pride2018.ch

Domenica 3 giugno 2018 “Si Sa i SaSSi SuSSurrano in Valle Maggia”

È un duo tutto da scoprire quello dei “Si Sa i SaSSi SuSSurrano” formato dalla pittrice e performer Maria Grazia De Bernardi e dalla narratrice, burattinaia e cantante Vicky De Stephanis. Due anime ambulanti che il più delle volte, senza preavviso, giungono in un luogo trasformandolo in un palco, trasfigurandolo in un luogo magico come accadrà alle 17.00 alla cascata di Someo. Perché Vicky e Maria Grazia si sono esibite sopra e sotto i ponti, sulla neve proprio mentre fioccava, nelle rotonde stradali, tra i ruderi di un castello e tra i tubi di un cantiere edile. Stavolta è però il turno del progetto IMPROnatura, ovvero di una performance improvvisata nel bel mezzo della natura della Valle Maggia. Ovviamente, tempo permettendo. Per arrivare alla meta troverete le indicazioni a partire dalla strada Cantonale e dal posteggio gratuito situato a due minuti a piedi dalla cascata.

https://sites.google.com/site/sisaisassisussurrano/

Lunedì 4 giugno 2018 “Omaggio a Ermanno Olmi al PalaCinema”

S’intitola “Torneranno i prati” la pellicola con la quale il Circolo del cinema di Locarno omaggia alle 20.30 il regista Ermanno Olmi scomparso a inizio maggio. Un film che il regista e sceneggiatore bergamasco ha realizzato nel 2014 ripercorrendo i fatti realmente accaduti una notte del 1917. Verso la fine del primo conflitto mondiale, dopo sanguinosi combattimenti, un gruppo di soldati italiani, trincerati in un avamposto sulle montagne sopra Asiago, imbiancate da una spessa coltre di neve e avvolte da una nebbia assassina, finiscono per combattere fianco a fianco contro gli Austriaci. Proprio così. Perché anche nella follia della guerra, il buon senso e la ragione possono fare la differenza.

www.cclocarno.ch

Martedì 5 giugno 2018 “Svetlana Aleksievic, la voce di premio Nobel”

Alle 20, l’auditorio Stelio Molo di Lugano Besso ha l’onore di ospitare nientemeno che il Premio Nobel per la letteratura Svetlana Aleksievic. Il riconoscimento, assegnatole nel 2015, certifica la militanza e l’impegno civile della scrittrice bielorussa, costretta a scontare diversi anni di esilio proprio a causa delle sue opere letterarie, avendo colto e restituito nelle sue cronache il racconto del recente passato e del presente per quello che è davvero. In esilio a causa dei contrasti avuti con il dittatore Lukasenko, solo nel 2013, dopo aver vissuto in Germania, Francia e Svezia, è finalmente ritornata nel suo paese natale. Un appuntamento, quello luganese, da non mancare. Un’occasione unica per conoscere una donna e una giornalista coraggiosa. La 14esima a essere stata insignita del più prestigioso dei premi letterari. Dalla Bielorussia con amore.

https://www.rsi.ch/rete-due

Mercoledì 6 giugno 2018 “Mercalibro a Bellinzona”

Mercalibro a Bellinzona

Ogni primo mercoledì del mese, come accade ormai da anni, la Piazza Giuseppe Buffi di Bellinzona (Ex Piazza Magoria), come per magia si anima grazie al mercato del libro usato. A prezzi accessibili per ogni borsellino potrete trovare libri usati e di seconda mano, fumetti, riviste, dischi in vinile, francobolli, stampe, figurine, cartoline, ecc. Libri che, grazie a Mercalibro, trovano una seconda o terza vita liberandosi dall’incubo di finire al macero o peggio di venir trasformati in carta igienica. Anche perché la legge del contrappasso in certi casi è davvero crudele. Il macero se ne infischia di autori, presunti messaggi, di esperienze raccontate e di emozioni. Ecco perché grazie a questo mercatino del libro usato, senza alcuna trasformazione né consumo di energia e senza inquinare le acque, i libri tornano al loro vecchio splendore trovandosi un nuovo proprietario disposto a leggerli e a scongiurare il pericolo di una loro fine indecorosa. Dalle 10 del mattino alle 19 di sera. Perché un buon libro… è sempre un buon libro!

www.ondemedia.com

Giovedì 7 giugno 2018 “Brindiamo ad arte con LAC edu”

Brindisi Lac

Chi l’ha detto che l’arte e la cultura siano per forza pallose? A sfatare questo falso mito confermandoci che son solo dicerie condite con una spruzzatina d’invidia c’è il ciclo di incontri “Brindiamo ad arte” organizzato al LAC. Un ciclo che abbina l’irrinunciabile piacere dell’aperitivo a Pablo Picasso e alla comprensione della sua opera. Perché un’opera d’arte la si può bere tutta d’un fiato, senza starci a ragionare su troppo, ma la si può anche sorseggiare e gustare poco alla volta. Facendo attenzione ai dettagli, a quei particolari che, sapendoli leggere, ci permettono di capire e di apprezzare maggiormente il processo creativo e l’opera che ci troviamo di fronte. Così, attraverso diversi livelli di analisi, dalla descrizione all’individuazione di un soggetto, alla scoperta degli aspetti legati alle figure e allo stile scelto, si potranno guardare con occhi diversi la figura e il genio di Picasso. L’appuntamento di oggi alle 18 s’intitola “Picasso e il disegno: la forza della linea”. Per la serie ”brinda con l’arte e mettila da parte!”.

www.edu.luganolac.ch

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!