Ipermondiali Ceromani

Perché l’Armando lo ami o lo ami, non ci sono storie, anzi, le storie sono tutte sue e lui è la parte vincente della forza oscura, è la sintesi della passione, l’elevazione a potenza della fantasia linguistica, è il vero poeta-profeta del pallone.

Di

Che i calciatori di oggi siano dei divi lo sanno anche i paracarri, oltre i portieri testimonial di spot televisivi si deve fare i conti anche con attaccanti social, difensori youtubers e esterni snapchatters. Oggi i calciatori sono vere star dello show business con i loro brand personali, linee aeree, case vinicole, collezioni assurde e vite superpubbliche al punto che lo sport passa in secondo piano; sembra un trend inarrestabile a livello planetario una deriva globale a favore dell’immagine pubblica … attori che non sanno usare il congiuntivo e spesso nemmeno il participio passato.

IN TUTTO IL MONDO MA NON IN TICINO! Già, perché al sud delle Alpi c’è una sola unica e inimitabile star del calcio e che con la lingua si guadagna da vivere, è il nostro Armando Ceroni, l’Armando nazionale! Perché l’Armando lo ami o lo ami, non ci sono storie, anzi, le storie sono tutte sue e lui è la parte vincente della forza oscura, è la sintesi della passione, l’elevazione a potenza della fantasia linguistica, è il vero poeta-profeta del pallone. È considerato il Totti della RSI per il forte attaccamento alla maglia aziendale, corteggiato dalla Gazzetta dello Sport ha saputo rifiutare perché il rosa non gli dona, ha saputo dire di no anche a France Football, all’Èquipe e a Don Balon dei quali si nutre giornalmente. (Giornalmente è corretto ma potevo scrivere anche giornalisticamente)

E poi scriviamolo chiaro: l’Amando è bellissimo! Da sempre, anche senza cerone, anche senza brillantina, è amato dai bambini, lodato dalle mamme e adorato dalle nonne, lui piace a tutte le donne; Ceroni sa essere il dodicesimo, tredicesimo e quattordicesimo uomo in campo, è il solo passionario che ti fa trasalire il visibilio ipercinetico a due minuti-due dalla fine con le sue irripetibili iperbole linguistiche che ti schiantano sul divano. Non sarà come Sudafrica 2010, quando l’Armando era in castigo, cominciano i Mondiali del pallone e da mattina a sera godremo la vista del suo famoso nasone, del suo vocione che spingerà alla vittoria la squadra campione. Telecronache, interviste, pronostici, parole di calore e articoli di colore avremo il Ceroni nelle orecchie per ore e ore, roba da far scoppiare il cuore, da triturare i cutips (cotton fioc), da sfracellarsi in amenissime scalmane. Frasi celebri le sue che riempiono pagine e pagine di Wikipedia, frasi che mi son divertito a copiare in questo assurdo articolo perché quando l’adrenalina arriva davvero a mandrie da tutte le parti forse si è arrivati al punto di non ritorno: le sue uscite non lucidissime, oserei dire farfalleggianti me lo inquadrano come un discreto palombaro su una pista di sci in una conclusione farlocca.

Già, l’Armando sembra quasi abbia sgranocchiato una pralina al cianuro in un centrocampo moscio fino alla gnagnera; cioè l’Armando: esaltante a volte, crudele altre volte e quando meno te lo aspetti può affiorare il patatrac, in un orgia di emozioni tra un non so che di incertitudine …

Come posso dirglielo senza ferirlo? Che parole usare col maestro? Un po’ di tatto ammantato?

Senti, Ceroni, inventa e iperbola un filino meno che ci saturi i coglioni!

HOP SUISSE!

Coia

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!