Eau De Fasciste

Potevano mancare profumi e cosmetici per la cura del corpo adatti ad ogni occasione per il perfetto fascio blogger? No, e quindi vi presentiamo una vasta gamma personalizzata con una pratica legenda per veri estimatori ve li proponiamo in una chiave glamour e floreale romantica e nostalgica , insomma un bouquet degno del Terzo Reich, profumi naturali ispirati alle marche famose degli anni bui.

Di

Potevano mancare profumi e cosmetici per la cura del corpo adatti ad ogni occasione per il perfetto fascio blogger? No, e quindi vi presentiamo una vasta gamma personalizzata con una pratica legenda per veri estimatori ve li proponiamo in una chiave glamour e floreale romantica e nostalgica , insomma un bouquet degno del Terzo Reich, profumi naturali ispirati alle marche famose degli anni bui.

Senza parabeni, senza metalli tossici, senza oli minerali e con garanzia di nessun test su ariani, certificati dall’Unione Europea. Le confezioni e le boccette hanno un design eccellente anche da donare come presente oltre che contenere delle fragranze meravigliose e durature!

SS: All’acquisto di un profumo o al limite un’ eau de toilette riceverete in omaggio un meraviglioso cofanetto con prodotti della nostra ormai collaudata linea Naziskin, una linea giovane e fresca anche per pelli impure, abbiamo l’intera gamma di cosmetici, consigliata anche per acne, punti neri e labbro leporino. Prodotti per capelli, no.

Eau de toilette oppure eau de parfum?

Quante volte ce lo siamo chiesti? Dipende unicamente dalla percentuale di olii essenziali o composti aromatici contenuti e dalla personalità di chi lo porta.

Per Hermann Göring penserei a una sovrastruttura legnosa, per Ludwig Von Beck riterrei più indicato un aroma naturale con una struttura di stallatico caprino e una nota di vetiver, per Franz Von Papen un profumo con retrogusto olfattivo di incenso e ambra, Per Rommel un profumo forte, roboante al limite del nauseabondo con note di ibisco selvatico e ginestra d’alta montagna e Goebbels lo vedrei avvolto da una nuvola di aromi contrastanti terra mare e fuoco, un miscuglio sinergico fra cacca cozze e fumo che danno un tocco vivace al nostro profumo, esprimendo al meglio la personalità del nostro Paul Joseph.

Per Mussolini, Ciano, Balbo, D’Annunzio e Marinetti avendo un’indole più romantica vedrei indicata un’ eau de toilette che si dissolve in un bouquet floreale ricco di fragranze esotiche dai profumi dolci e gli aromi speziati, senza degna di gran nota.

Ma iniziamo con quella che noi chiamiamo volgarmente acqua, le nostre superbe eau de toilette. Basta una spruzzatina sulla camisa negra o due gocce dietro la svastica e il gioco è fatto!

L’Air du Temps Eau de Toilette di Nina Ricci con una sovrastruttura fragrante agli olii essenziali di ricino, portata con disinvoltura durante il regime in Italia.

Acqua di Giò Absolu di Armani, una nuova fragranza con aromi del gruppo legnoso. Adatta alle serate dedicate agli incendi dei campi rom, moderna ed attuale.

Eau de nuit di Giorgio Armani, un classico per tutte le generazioni di uomini, una nuova intensità che oscilla tra freschezza e sensualità, particolarmente indicato per gli squadristi e le loro incursioni notturne nei ghetti.

Acqua di Gioia, fragranza del gruppo floreale acquatico, ricercata, ma non molto in uso in quegli anni.

Aqua di Parma Blu Mediterraneo di Armani, collezioni di lusso, qui puoi scegliere la fragranza che più ti si addice: arancia, ginepro, bergamotto di Calabria, chinotto e fico. Linea utilizzata, soprattutto quella al fico, dal ministro degli interni Salvini, che lui una certa nostalgia di un Mediterraneo puro pulito e senza gommoni che gli rompono i coglioni, ce l’ha.

Acqua di Colonia Garofano prodotto in Portogallo, distribuizione e vendita consentita solo dopo il 1974 in occasione dell’omonima rivoluzione.

Acqua Amara Eau de Toilette di Bulgari, ottenibile anche in formato XXL, distribuita gratuitamente e in grandi quantità dall’unione Canadese dei fascisti nel Nord America, da Patria Y Libertad in Cile e dal regime dei Colonnelli in Grecia. Con l’elegante variante di profumi ai bellissimi fiori profumati con i quali alle Hawaii formano le corone da mettere al collo (ndr)

Eternity eau de toilette di Calvin Klein per gli addetti ai forni.

NB: Non vi presentiamo prodotti di D&G, infatti tutti i prodotti Dolce & Gabbana non sono ritenuti consigliabili dal regime, dopo accurate analisi si sono riscontrati elementi tossici in tutti i prodotti dei due gaglioffi.

Invictus eau de toilette di Paco Rabanne, anche qui gli elementi tossici non si escludono, per contro i prodotti della linea Hugo Boss sono altamente consigliati essendo lui stato lo stilista per le divise delle SS e uomo di fiducia del regime.

Arrogance, il nostro fiore all’occhiello, il nostro punto forte che ha registrato il maggior numero di vendite con un picco negli anni ’40/’50. Lo stile è unico e immediatamente riconoscibile, anche in questo caso possiamo scegliere fra fragranze diverse.

Mix Lime è una fragranza del gruppo agrumato. Le note di testa sono lime e anice stellato, le note di cuore nocciola e rosa e le note di base sono zucchero e muschio animale. Apprezzato dai commilitoni della Legione d’Argento d’America.

Bright Crystal di Versace, eau de parfum, una spruzzatina sulle divise, floreale fruttato una fragranza decisa, che infrange tutte le regole, indicata per la notte dei cristalli.

Scandalous Victoria’s Secrets eau de parfum, due goccine ai sorveglianti quando si inceppavano i forni.

J’adore Eau de Parfum di Dior, la prediletta di Leni Riefenstahl quando documentava, inneggiava ed esaltava le prodezze del regime nazista.

Bouquet d’Orient, bouquet di note orientali speziate deciso e dolce con profumo d’ambra, bergamotto e limoni di Amalfi che si apre su note prettamente agrumate, particolarmente indicato a personalità estrose come d’Annunzio e agli amici della Falange Spagnola

Miu Miu l’eau bleu de parfum, un classico decisamente moderno, caratterizzato dalla sua non convenzionale eleganza, utilizzato da Göring e compagni di merenda durante i loro festini.

La vie est Belle di Lancome, assurto alle cronache perché ritrovate tracce sul cappio di Claretta Petacci e spruzzato a doccia nei lager.

Uomo di Salvatore Ferragamo, una fragranza del gruppo orientale legnoso, dedicato ai camerati che ce l’hanno sempre duro da abbinare con Fucking Fabulous di Tom Ford.

Police Dark Passion, in auge presso la polizia rumena della Legione dell’Arcangelo Michele che espletava con passione le proprie funzioni. Una fragranza decisa con note di giglio e zafferano.

Terre d’Hermes, dedicato a quelli che accolgono nella nuova terra ebrei rom e gay.

Bandito dal regime.

Black opium di Yves saint Laurent per i festini fra Kapò

Karl Lagerfeld, una linea particolarmente amata dalle guardie nei campi di sterminio. Un bouquet di fragranze autunnali con una nota di vetiver per sentirci a casa in ogni occasione.

Poison girl di Dior Fragranza del gruppo orientale vanigliato utilizzato in casa Goebbels e durante la vendetta, dalle Brigate ebree.

For Him Bleu noir di Narciso Rodriguez, per quelli che si aggiustano in continuazione la svastica sulla divisa

Flowerbomb di Viktor & Rolf, due gocce sui polsi e dietro le orecchie prima dei raid aerei preposti ai bombardamenti con le bombe a grappolo.

Pupa non conventional beauty adorato dal Duce manda in visibilio kapò e cecchini, si raccomandano una spruzzatina sulla pelata i baffetti e il fucile, prima di entrare in servizio.

Speriamo di avervi allietato con queste note cangianti di freschezza e sberluccichii di joie de vivre. Da non confondere con l’eau de toilette utilizzata ai giorni nostri da quelle checche di pacifisti infoiati e ricordiamo che la vasta gamma presentata è da consigliare anche al tenente ginevrino che ha postato le foto dell’orango con la coppa del mondo di calcio, a chi ha colpito, ferendola con un piombino, la bimba rom di un anno in braccio alla madre, a chi chiude i porti, blocca le frontiere ed erige i muri. E a Cassis che ci sta portando sempre più a destra.

Insomma a quelli tutti d’un pezzo. Di cosa non si dà a sapere…

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!