Il sudore di papà

Di

Uno dei ricordi più vividi di quando ero bambino è il sudore di papà. O meglio, papà non puzzava, ma quando lavorava sudava, come tutti. Però il suo odore era più di umido sulla pelle, qualcosa di fresco e vagamente pungente. Me lo ricordo quando lo abbracciavo e sentivo l’umidiccio.

Mi ricordo la canottiera bianca, quella d’ordinanza per i lavori estivi, i pantaloni usati e le scarpe vecchie. Mica comprava le scarpe da lavoro, usava quelle normali ormai smesse per l’usura. Stessa cosa per i pantaloni, non c’era il vezzo degli abiti da lavoro allora. In testa magari un cappellino del Credito Svizzero.

È un ricordo che mi ha regalato l’estate, uno di quei ricordi che come lampi che ti arrivano addosso e ti immalinconiscono in un attimo. Ti vengono magari mentre viaggi in auto e i pensieri corrono liberi, in una specie di trance automobilistica. Poi te li assapori ‘sti ricordi, li rigiri nella testa e li fai diventare positivi. Metti da parte il fatto che papà non c’è più e ti tieni quell’odore nel cuore, come un’ampolla di profumo familiare.

Ti ricordi la sua passione di costruttore, la gioia e la minuzia nello stendere e fugare le piode, nel costruire i muretti a secco. L’ho capito dopo, crescendo, l’appagamento del lavoro, la soddisfazione di ciò che avevi costruito. Lui mi ha regalato la passione, perché guardandolo alla fine sono riuscito a capire che la fatica è un trascurabile prezzo da pagare per quella soddisfazione tonda e piena che hai alla sera, sudato, quando guardi il tuo lavoro.

Lavori dei monti, manutenzione, costruzione, migliorie.

Ancora con me, quell’odore di Papà, l’odore di amore per quello che uomo costruisce, una delle immagini più primordiali e belle della storia. Un’immagine senza tempo.

Quell’odore umido e velato è l’odore di una vita, intenso e delicato al contempo, l’odore che solo un bambino riesce a sentire e, se è fortunato, se ne ricorda da adulto.

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!