Macellai dell’anima

Pubblicità

Di

La gente che ai funerali di Stato chiede un selfie al politico di turno, chiunque sia il politico di turno, mi fa paura.
Arrivo a capire gli applausi, perché molti sentono la necessità dell’essere parte di una costruzione, e vivono quell’applauso come un incoraggiamento a cambiare le cose, rivolto a chi ha il potere per cambiarle. Ho sempre visto applaudire, io non l’ho mai fatto ma insomma ne comprendo lo spirito.
Capisco anche i fischi, perché il senso più alto del significato di Messa, per me cristiano, è proprio quello di un popolo che si chiama a raccolta per trovare – anche attraverso la parola del Cristo risorto – il coraggio di avere coraggio, che si può declinare anche nel fischiare i rappresentanti di uno Stato che si ritiene colpevole di una strage.
Ma il selfie al funerale no, è orrorifico, da macellai dell’anima. Ancora di più: spaventoso, se si pensa a tutte quelle bare lì davanti, all’odore dell’incenso, alle grida dei parenti lì intorno.

Forza Genova, forza umanità.

Saverio Tommasi

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!