Marcello Foa: il mondo lo ama!

Ticinonews scodinzola con articoli che rasentano il ridicolo, solo per far credere che Foa sia personalità amata e stimata dall’universo mondo

Di

L’ignobile tirata a Marcello Foa, il recente trombato presidente RAI, ex amministratore delegato del gruppo del Corriere del Ticino, viene, ovviamente, da Ticinonews, testata asservita e appiattita quasi completamente sulle idee e sulle speranze del suo padrone.

Ticinonews scodinzola con articoli che rasentano il ridicolo, solo per far credere che Foa sia personalità amata e stimata dall’universo mondo. Uno di questi risale a qualche giorno fa:

“È boom per la petizione “Marcello Foa Presidente RAI”

10’000 firme avrebbero raccolto, per caldeggiare la nomina di Marci. 10’000 persone per una cordata che sostiene un presidente RAI sono una miseria. Immaginatevi cosa avrebbero raccolto Enzo Biagi o Paolo Mieli. Solo i leghisti in Lombardia sono al 27%. Il loro amico non raggiunge nemmeno l’0,5% dei leghisti lombardi, non parliamo poi dell’Italia intera. Sarebbe, in proporzione, come se Quadri come candidato a direttore della RSI avesse raccolto neanche duecento di firme a suo sostegno. Roba che anche mia zia Gelsomina ci arriva telefonando ai parenti.

Ma Per Ticinonews è booooooom di sostegni. Stessa cosa poco tempo fa:

Conte: “Foa adeguato per la Rai”. E i giornalisti lo sostengono

A parte che le opinioni di Conte sono ormai totalmente delegittimate, essendo lui il megafono degli altri due besughi che lo manovrano come una marionetta, la cosa da scompisciarsi è quei “i giornalisti lo sostengono”.

I nostri? Manco per il cappero, nemmeno quelli del CdT lo hanno caldeggiato e nemmeno Pontiggia ci ha sprecato una parola di lode. I lacché di Ticinonews in realtà parlano di 3 giornalisti. Ve ne dico uno? Maurizio Belpietro, estrema destra, addirittura silurato dal suo programma Mediaset da Berlusconi perché troppo esagerato. Secondo? Nicola Porro, altro gregario della destra, vice direttore del giornale di Feltri, uno dei peggiori populisti insultatori e crudeli giornalisti in circolazione con Belpietro. Terzo? Mario Giordano, bambino prodigio e ex direttore del TG4 dopo Emilio Fede, il TG più schierato ed evanescente non solo di Mediaset, ma di tutto il circo mediatico italiano.

Eccoli qui i campioni che sostengono Foa, la valanga de “i giornalisti”. Tre miserelli, tre estremisti che farebbero vergognare chiunque avesse un po’ di deontologia professionale. Giordano arriva addirittura a dire:

“Ho lavorato con Foa, è un giornalista inattaccabile.”

Giordano deve evidentemente essersi dimenticato delle numerose bufale e delle fanfaluche complottiste pubblicate dallo stesso Foa sul suo blog. (leggi qui)

Insomma, una farsa per creare consenso intorno a un personaggio impresentabile in qualsiasi governo. E Ticinonews, da fido tirapiedi, cerca di indorare una faccia che ormai agli occhi di tutti è solo bronzo, e pure di cattiva qualità.

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!