Quadri contro Gobbi, è fantascienza

Pubblicità

Lorenzo quadri critica l’aumento sconsiderato delle tasse di circolazione, eppure è il ministro Gobbi che ne decide gli importi.

Di

Quadri, ma sei connesso col tuo cervello? Perché c’è veramente qualcosa che non funziona. Davvero, siamo a disagio per te. La tua uscita sulle tasse di circolazione troppo alte è un’idiozia spaziale. Nel tuo post scrivi, in merito all’articolo di Ticinonews :

“Ecco dove porta la politica radicalchic degli automobilisti da criminalizzare e da mungere per fare cassetta. Mr Prezzi ha almeno avuto la correttezza di denunciare le imposte di circolazione gonfiate, mettendosi in questo modo in urto con i dettami del pensiero unico politicamente corretto, che vuole che gli automobilisti – cattivi per definizione – vengano spremuti come limoni oltre che mazzuolati tramite la ciofeca “Via Sicura”…”

Schermata 2018-08-23 alle 10.54.50

No, ma scherzi? Politica radicalchic? Il Ticino è uno dei Cantoni più cari, lo sai, vero? E di chi è, ti facciamo la domandina facile facile, il dipartimento che decide questi importi? …Eh? Non abbiamo sentito…parla più forte.

Nor…Norm..Norman! Bravo!

È proprio il tuo Consigliere di Stato Norman Gobbi che fa pagare salate le tasse ai ticinesi. Stendiamo poi un velo pietoso sui soldi che Gobbi ha dovuto restituire ai ticinesi recentemente in seguito a dei ricorsi (leggi qui) (e qui).

Che tu abbia una gestione creativa del’informazione è indubbio, ma dare colpe agli altri per l’agire del tuo collega Gobbi, dai, qui siamo alla fantascienza. Non ci stupirebbe se domani ti facessi un selfie con Darth Vader con in sottofondo la Morte Nera. Lolly, dà retta, torna coi piedi per terra e piantala di sparare balle come laser ogni due minuti.

 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!