Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 22 al 28 Settembre

Di

“Dorme ancora la campagna, forse no, è sveglia, mi guarda, non so. Già l’odore della terra odor di grano, sale adagio verso me. E la vita nel mio petto batte piano, respira la nebbia, penso a te.” Ecco. Queste sono le “Impressioni di settembre” della PFM, leggendario gruppo rock che, appena qualche settimana fa, si è esibito in Piazza del Sole a Bellinzona. Ma cosa ci attende nei prossimi giorni, quali saranno gli eventi musical-cultural-teatrali e cinematografici che caratterizzeranno i prossimi sette giorni sette? GASzebo è pronto a svelarteli… e tu? Per segnalarci tutto quello che ti sta particolarmente a cuore, per le tue impressioni di settembre scrivici a gentecheaccende@gmail.com

Venerdì 21 settembre 2018 “Gli svizzeri muoiono felici”


Gli svizzeri muoiono felici

Alle 18, alla libreria Taborelli di Bellinzona, Andrea Fazioli presenta il suo ultimo romanzo. Un’opera tra suspense e ironia in cui il suo Elia Contini è chiamato a occuparsi di una faccenda piuttosto delicata. Nel 1998 il medico Eugenio Torres, amante del trekking, fondatore di alcune scuole in Niger, all’improvviso sparisce dalla faccia della terra. Vent’anni dopo, alla morte della moglie, i figli assumono il mitico investigatore privato protagonista dei gialli scritti da Fazioli per tentare di capire che cosa sia accaduto al padre. Che fine ha fatto Eugenio? Ecco. La cosa curiosa è che c’è un tuareg che dichiara di avere le prove che Torres è vivo e che ha bisogno di aiuto, perché, che “gli svizzeri muoiono felici”, è un teorema ancora tutto da dimostrare.

www.andreafazioli.ch

Sabato 22 settembre 2018 “Locarno città delle chitarre”

Chitarre

Un evento più unico che raro, a Locarno, è pronto ai blocchi di partenza per un weekend che trasformerà la vecchia dama sul Verbano in una vera e propria “City of Guitars”! Infatti oggi e domani Piazza Grande ospiterà alcuni dei più indiavolati chitarristi, i quali non si limiteranno soltanto a esibirsi sul palco, dando sfoggio delle loro abilità con le sei corde, ma saranno a disposizione del pubblico raccontando aneddoti e retroscena delle loro carriere e proponendo dei corsi, i cosiddetti “clinic” in cui insegneranno alcuni dei trucchi del mestiere tipo come suonare coi denti come Jimi Hendrix o cambiare le corde delle chitasse senza perdersi d’animo. Ci saranno – fra gli altri – Massimo Luca, storico chitarrista di Lucio Battisti, quello attuale di Vasco, Federico Poggipollini, autore dei più famosi riff di Ligabue e il grande Billy Gibbons, il leader degli storici ZZ Top! While my guitar gently weeps!

www.cityofguitars.com

Domenica 23 settembre 2018 “Radio Frankenstein”

In replica alle 18.00 e alle 19.30, al Teatro Foce di Lugano, torna la nuova creatura di Markus Zohner, in bilico fra arte e scienza. Una ricerca teatrale, uno spettacolo che ruota attorno alla tematica della creazione e manipolazione del corpo umano e delle sue parti, prendendo spunto dagli sviluppi tecnologici più attuali. Come nel caso del trapianto di testa umana portata avanti dal neurochirurgo italiano prof. Canavero. Non potendo realizzare l’intervento in Europa o in America per questioni etiche e di credibilità, il professore matto ha accettato di farlo in Cina. Con una clinica messa a sua disposizione ad Harbin e un’equipe medica di 150 fra dottori e infermieri. Per la serie… “Frankenstein è servito!”.

www.foce.ch

Lunedì 24 settembre 2018 “Cinebabel brazileiro”

Babel

È “Mae só ha uma” il film in programma alle 20.30 al cinema GranRex di Locarno nell’ambito del ciclo legato a Babel dedicato al Brasile e alla sua letteratura. Anche quest’anno i cineclub di Locarno, Bellinzona e Lugano hanno aderito con entusiasmo, proponendo per CineBabel un programma di film che spazia dal Cinema nôvo degli anni ’60 ad opere recentissime perlopiù inedite in Ticino. Trama del film in programma? Pierre, il protagonista, si gode la fine della sua adolescenza nelle feste alla moda di São Paulo alla ricerca della sua vera identità sessuale. Sua madre, che ha cresciuto lui e la sorellina tutta da sola, gli lascia grande libertà. Ma un giorno Pierre scopre la saudade… sua madre non è la sua vera madre, ma una donna che li ha rapiti alla nascita!

www.babelfestival.com

Martedì 25 settembre 2018 “Mago del Cantone: leggenda o verità?”

Mago

Un’antica leggenda del Mendrisiotto narra di un non meglio precisato mago – padrone di un castello in una zona solitaria alle pendici del Monte San Giorgio (Cantone) – che con l’aiuto delle sue guardie rapiva giovani e povere fanciulle nella pianura tra Mendrisio e Rancate. I vecchi raccontano di una grotta situata nel bosco dove le ragazze venivano rinchiuse e rese vittime di un misterioso gioco magico. Alle 15.30, all’Hotel Ristorante Pestalozzi, l’incontro in programma è con il giornalista Carlo Silini autore del libro “Ladro di ragazze” che, dallo spunto di fatti probabilmente storici e altri fantastici ha saputo creare un avvincente romanzo. Quando la fantasia diventa letteratura.

www.lyceumclub-lugano.ch

Mercoledì 26 settembre 2018 “Avevo un bel pallone rosso”

Nell’ambito del FIT Festival Internazionale del Teatro, alle 20.30 il LAC di Lugano va in scena lo spettacolo di Carmelo Rifici proposto nel 50° anniversario del 1968, di una stagione di protesta politica e ideale che sarebbe durata più di dieci anni. “Avevo un bel pallone rosso e blu, ch’era la gioia e la delizia mia. S’è rotto il filo e m’è scappato via, in alto, in alto, su sempre più su. Son fortunati in cielo i bimbi buoni, volan tutti lassù quei bei palloni.” Questa filastrocca era scritta su un quaderno di Margherita bambina, diventata poi Mara Cagol. Quasi un’allegoria strana, onirica, dell’anelito di tutta una vita. In scena due personaggi: Margherita-Mara e suo padre. Attraverso i loro dialoghi si raccontano le vicende della fondatrice delle Brigate Rosse e il mistero di un rapporto universale come quello padre figlia.

www.fitfestival.ch

Giovedì 27 settembre 2018 “EXP: je voudrais commencer par sauter”

Alle 19.00, al Teatrostudio del LAC, la danzatrice e coreografa luganese Francesca Sproccati presenta il suo primo lavoro tutto suo. In prima assoluta. EXP è un esperimento sul tempo e una data di scadenza, la nostra. È di fronte a questa data di scadenza che la questione del tempo, da sempre, con forza, c’interroga e fa tic, tac, tic, tac, toc! EXP potrebbe diventare un centro fitness per il dimagrimento, un tempio mistico dove si compiono riti sconci, un concerto di Sfera Ebbasta e tanto altro. E se EXP fosse semplicemente un luogo di sperimentazione collettiva dedicato a scoprire un risultato, al pari di un laboratorio scientifico? Tre performer, i loro corpi e il movimento. Vedere per credere, prima che la merce scada.

www.fitfestival.ch

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!