Pordenonelegge, una gran bella occasione.

Pubblicità

Di

Di festival, si sa, ce n’è tanti e per tutti i gusti. Troppi, penserà qualcuno, ma se gli intenti sono quelli di aggregare un bel numero di persone e condividere momenti di riflessione e conoscenza, di indurre a letture ma anche a semplici pensieri, allora … ben vengano.

In Italia, in ambito letterario, sono due le occasioni per le quali tanti scrittori farebbero carte false: Mantova, di solito la prima settimana di settembre, e Pordenone, due o tre settimane dopo. Chi scrive è andato in Friuli-Venezia Giulia per Pordenonelegge, sottotitolo: lettori che incontrano scrittori.

Va detto subito: una gran bella manifestazione. Per cinque giorni la cittadina ha messo i suoi abiti migliori. Tutti erano coinvolti … dai negozi ai bar, dagli alberghi ai ristoranti, persino le palizzate delimitanti i cantieri erano decorate frasi incipit di grandi Romazi! : in ogni luogo pubblico c’era un tocco di giallo, cioè il colore ufficiale (ma non si pensi al genere «giallo», qui è una coincidenza). Per cinque giorni, dal 19 al 23 settembre, Pordenone si è trasformata in capitale della lettura. Seicento incontri con autori ! con percorsi speciali (quello per i bambini … e qui spiccava la sempre grandissima Nicoletta Costa! e quello per la poesia: «è l’unico posto in cui le viene dato spazio» ci ha confidato Fabio Pusterla, presente e protagonista di un incontro) e ospiti fra i più diversi tra loro (si pensi alle star televisive, come Corrado Augias, Paolo Mieli e …Benedetta Parodi, ma poi autori quasi esordienti). Italiani e stranieri, autori in grado di fare il tutto esaurito nelle piazze da 600-700 persone e altri che nella loro nicchia hanno saputo comunque lasciar trapelare dei raggi di sole affascinanti. E nelle strade… il popolo dei lettori, che si muove cercando i luoghi dove avviene la tal conferenza e altri in semplice ricerca di ristoro. Poi nei tavolini sulla strada ti accade magari di trovarti accanto Andrea Vitali o Antonio Scurati, eh già, perché anche i protagonisti si devono rifocillare. Davvero una gran bella occasione. Per poter pensare, con Alan Friedman che ha impiegato 10 minuti per dimostrare che le ricette di Salvini e Di Maio sono economicamente sbagliate, e Joh Banville che ha l’ardire di proporre la … continuazione di un capolavoro come «Ritratto di signora», e Scurati che alla domanda «ci sono in giro nuovi Mussolini ?» risponde «non guardate il palco, ma la platea… è la nostra società che fa paura. » Ancora il grande e applauditisismo giallista statunitense Jeffrey Deaver, gli italiani De Giovanni e Lucarelli (in «sold out», bisogna dirlo ?), gli autori delle ultime novità e di quelle in uscita nelle prossime settimane.

E il valore aggiunto ? Ne segnaliamo uno, però fantastico. Fra i diversi capannoni in cui si potevano acquistare libri ce n’era uno … speciale: quello dedicato ai «fuori catalogo». Libri introvabili, forse non per bibliofili con la passione di libri antichi, ma per collezionisti con il raggio d’azione che parte dal 1945 in poi … . E lì abbiamo visto volumi veramente speciali, tutti in vendita a 5 euro. Un difetto ? Facciamo due, sempre che si possano considerare tali: il sovraffollamento del sabato e domenica e … il tempo necessario per leggere bene il programma-catalogo, due orette ci vogliono tutte. Se non si vuole mancare qualcuno di clamoroso.

 

«Pordenonelegge» , 19ma edizione,dal 19 al 23 settembre 2018.

 

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!