Rivelata la lista dei socialisti

Pubblicità

A poco meno di sette mesi dalle elezioni dell’aprile 2019 per il rinnovo di Consiglio di Stato e parlamento, i socialisti rivelano la rosa dei nomi confermati ieri sera dalla direzione.

Di

A poco meno di sette mesi dalle elezioni dell’aprile 2019 per il rinnovo di Consiglio di Stato e parlamento, i socialisti rivelano la rosa dei nomi confermati ieri sera dalla direzione.

Sono Manuele Bertoli, consigliere uscente, l’economista Amalia Mirante, l’attuale capogruppo in parlamento Ivo Durisch, la presidente del Comitato cantonale Laura Riget e il vice presidente e sindacalista Fabrizio Sirica.

Una lista interessante, che vede oltre a Bertoli e a Mirante, che incarnano l’ala più socialdemocratica del partito, altre tre personalità più profilate a sinistra, con Sirica appartenente all’ala sindacale e dunque molto profilato sui temi del lavoro.

Se Bertoli appare ben piazzato sulla corsia di partenza, anche Mirante non è in lista per fare la bella statuina. L’economista dai capelli fucsia è apprezzata anche al di fuori del partito e raccoglie numerosi consensi trasversali. Ivo Durisch, come capogruppo in parlamento, si è fatto apprezzare negli ultimi tempi per la risolutezza e la coerenza con cui porta avanti il suo lavoro. Un vantaggio apparente che però non necessariamente si traduce in un consenso popolare, l’elettorato oggigiorno non sempre riconosce gli sforzi politici ma è più propenso a seguire correnti emotive. Laura Riget è ben piazzata all’interno del partito, è conosciuta come persona affidabile e sgobbona, ma paga il fatto di essere poco conosciuta.

Fabrizio Sirica è una scelta interessante e non scontata. Appartenente all’ala sindacale, è un caterpillar che raccoglie approvazione non solo per le sue idee politiche ma soprattutto per il suo entusiasmo, è inoltre il naturale antagonista, e questo può solo fare bene al partito, di Bertoli e Mirante.

La lista, che comprende due donne (la parità di genere e l’aumento della presenza femminile in parlamento sono sempre state un punto fermo del PS), ha anche al suo interno due membri della gioventù socialista, infatti, sia Riget che Sirica, provengono dalle fila della GISO.

La sfida è interessante e i giochi per nulla scontati. Se Bertoli parte ovviamente avvantaggiato in popolarità, gli altri quattro non sono, perlomeno non tutti, in lizza per fare le patate intorno all’arrosto. È una lista, per quanto ne sappiamo, di personalità affermate e decise o emergenti e pronte a non arrendersi facilmente.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!