Nadia Murad, dagli stupri dell’ISIS al Nobel per la Pace

Di

Nadia Murad, la “fenice guerriera”, è una donna yazida di 25 anni, che nel 2014 è stata catturata dai miliziani del sedicente Stato Islamico e resa una schiava sessuale. Nadia è poi riuscita a fuggire, e oggi si batte per la denuncia dei crimini dell’ISIS nei confronti della popolazione yazida. Per il suo impegno contro gli stupri di guerra è stata insignita del premio Nobel per la Pace insieme al medico e attivista congolese Denis Mukwege

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!