Quadri: il Quotidiano mi fa uno sgarbo!

Di

Lorenzo Quadri è direttore del Mattino delle Domenica, uno dei giornali più faziosi, aggressivi e propagandistici in Ticino. Il Mattino della Domenica, che lui dirige, è quello dei socialisti con la $, dei multikulti, dei buonisti coglionisti, degli “uella!”. È quello dei Cani Pei, degli zii Bill, dei Cip e Ciop, dei merli che continuano a spalare stallatico in forma anonima. Anche se poi alla fine il redattore responsabile è sempre lui.

Il Mattino è quello dei fotomontaggi, dei bambela e del governicchio (a maggioranza relativa leghista).

Era solo una doverosa premessa, che fa da preambolo all’ennesima uscita delirante di Quadri, che, rivolgendosi all’ombudsman della RSI (che sarebbe scomparso se la votazione No Billag fosse passata) si lamenta per un servizio del Quotidiano.

Quadri fa tenerezza, è come se Jack lo squartatore reclamasse in commissariato perché gli hanno appioppato una multa per divieto di sosta.

Ma perché il biondocrinito parlamentare e municipale si altera? Presto detto. Il 27 ottobre, il Quotidiano trasmetteva come primo servizio, la manifestazione del gruppo R-Esistiamo, in cui avevano sfilato a Bellinzona circa 300 persone, in un corteo antirazzista che chiedeva la chiusura del bunker di Camorino in cui erano stipati dei rifugiati.

Che Quadri veda rosso quando si parla di immigrati lo sanno anche i neonati in maternità. Ma la colpa terribile, oltre al “lunghissimo” servizio di 3 minuti, sarebbe l’inquadratura di un cameraman su un adesivo, che imitando la grafica del Mattino recitava invece: “il razzismo della domenica”.

“l’attenzione dedicata all’iniziativa del collettivo è dunque ampiamente sproporzionata per rapporto al dovere di cronaca, e giustificabile solo con intenti politici della RSI. Intenti che nulla hanno a che vedere con l’equidistanza e l’oggettività a cui l’emittente è tenuta in ragione del suo mandato di servizio pubblico”.

Si lamenta Lorenzo. E te pareva, servizi chilometrici sulla Lega, su Borradori, Gobbi e Zali, sulle cene gratuite al Conza vanno bene, una manifestazione dove si dice chiaramente chi sono quelli come Quadri e che sporco lavoro fanno non deve essere messo in onda.

L’agire di un personaggio come Quadri, che ricordiamo Consigliere Nazionale svizzero a Berna, è triste. Arrogante e smargiasso, poi frigna come un bambino caduto dallo scivolo se qualcosa non è come vuole lui. Patetico. Il Quotidiano fa il suo lavoro parlando di ciò che succede in Ticino. Se Quadri vuole maggiore attenzione che organizzi una bella manifestazione razzista, vediamo quanti lo seguono.

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!