Quadri in solitaria a difesa di Pantani

Lorenzo Quadri, novello Lone Ranger, continua a difendere Roberta Pantani in seguito alla vicenda dei chierichetti. Lo fa totalmente in solitaria, visto che nessuna personalità leghista ha sollevato un sopracciglio per sostenere la municipale chiassese.

Di

Che sia stato Quadri l’unico a reggere la coda a Roberta Pantani, dopo la sua scivolata epocale sui chierichetti di Chiasso (leggi qui) è anche logico.

Livoroso, pieno di boria, aggressivo e prepotente, non ammette mai un torto, anzi, ne ha fatto proprio una strategia, al punto che se venisse ammanettato perché beccato in una stanza chiusa dall’interno con un cadavere ancora caldo e il coltello grondante sangue in mano, farebbe un bell’articolo contro la giustizia ro$$a schierata.

In seguito alle scuse della stessa Pantani, da tutti ritenute poco sincere e opportunistiche (leggi qui), e che hanno risollevato un altro polverone, Quadri, ormai preso dal proprio personaggio, non poteva tacere. Il suo sproloquio sul Mattinonline, sempre meno letto e condiviso, peraltro, è un festival del risentimento e della balordaggine, dopo essersela presa col PPD Chiassese ne ha anche per Bertoli. Il ministro infatti, in un suo post, criticava la Pantani e il suo agire, soprattutto si risentiva in quanto anche lui genitore di una figlia adottiva. Quadri, come un cobra reale, si erge in tutto il suo serpentino furore:

“…si produce in un nuovo imbarazzante sfoggio di morale a senso unico e lancia ridicole accuse di “bullismo” all’indirizzo di Roberta Pantani. Se il ministro P$ vuole vedere esempi di bullismo, vada a leggersi le schifezze pubblicate sul portale Gas (intestinale), quello dei suoi soldatini, che gli fanno la campagna elettorale, poi ne riparliamo.”

…Cavoli! Ma ci siamo anche noi! A volte si comincia la settimana un po’ ingrugniti, con l’ansia del lunedì, poi scopri che hai mandato Quadri fuori dai gangheri e tutto sembra più rosa. Tra l’altro stiamo ancora aspettando che Quadri, convinto del suo asserire, ci denunci o ci dica quali sono queste presunte schifezze. E si rassegni, noi facciamo campagna per chiunque riesca a metterlo a cuccia ogni tanto.

Anche perché in tutta questa incresciosa storia, sarebbe stato bello scusarsi e basta, sarebbe stato bello tacere di fronte a delle azioni di bassa “lega”, al posto di fare come al solito il gallo cedrone accusando tutto e tutti. Lo dimostra il fatto che nessuno nella Lega abbia mosso un pelo per difendere Roberta Pantani perché era, obiettivamente, indifendibile. Qualche domanda, Lorenzino, dovresti fartela prima di sputazzare bile dai tuoi media.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!