Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 2 all’8 Novembre

Di

“Sempre le stesse facce mese dopo mese. E il giorno cambia leggi e cambia governi. E passano le estati e passano gli inverni. La gente della notte sopravvive sempre, nascosta nei locali, confusa tra le ombre. La gente della notte fa lavori strani. Certi nascono oggi e finiscono domani.” Chissà a cosa pensava Jovanotti e se streghe, vampiri e lupi mannari per lui fanno parte della gente della notte. Comunque sia, archiviata la festa di Halloween, GASzebo non smette di proporvi occasioni e appuntamenti per trascorrere i prossimi sette giorni sette piacevolmente e magari incontrando la vostra Biancaneve o il vostro Principe Azzurro. E se casomai, sulla scia di una giornata da favola, vi venisse voglia di segnalarci un qualsiasi evento scriveteci a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 2 novembre 2018 “Ariella Vidach / AiEP / Balletto di Roma – HU_robot”

È un spettacolo all’insegna della robotica quello in scena alle 20.30 nella Sala Teatro del LAC. “HU_robot” è infatti una specie di ecosistema tecnologico all’interno del quale è possibile esplorare l’unione tra l’organica presenza dei corpi e l’inorganico della macchina, in un presente in cui la frontiera tra queste due dimensioni tende sempre di più ad assottigliarsi. Dal punto di vista della materia, a partire dal silicio, sono infatti svariati gli elementi che accomunano l’anatomia umana ai circuiti dei dispositivi tecnologici. È quindi un modo di sperimentare forme coreografiche di coabitazione, in cui robot e danzatori si uniscono in una robot-dance in cui lo scambio reciproco tra corpo e robot è il pretesto per indagare nuove forme e nuovi modi di abitare la scena.

www.luganoinscena.ch

Sabato 3 novembre 2018 “Poemi visivi – L’omino di gomma”

Marionette2

Nell’ambito della 36ma edizione del Festival Internazionale delle Marionette al Teatro Foce di Lugano, il catalano Jordi Bertran, uno dei più famosi marionettisti della scena contemporanea, animerà il gran finale del festival luganese con due suoi spettacoli. Inizierà con L’omino di gomma, uno spettacolo che porta in scena il suo famoso personaggio di gommapiuma, varie volte protagonista di grandi show televisivi in molti paesi, fra i quali ci sono Giappone e Russia. Sotto le mani di Bertran e dei suoi collaboratori, l’omino e una intera valigia di compagni a forma di lettere dell’alfabeto, creano una serie di sketch che sono piccole poesie, fra musica e canzoni. Uno spettacolo insolito, per tutti a partire dai 4 anni, in programma alle 15.00.

www.palco.ch

Domenica 4 novembre 2018 “Che storie! Al Teatro del Gatto”

Alle 16.30, ad Ascona, nell’ambito della rassegna “domenicAteatro” va in scena uno spettacolo del Teatro Pan. Storie liberamente tratte da racconti e riportati in scena da Annamaria Maccauso e Viviana Gysin che ce li fanno rivivere in modo divertente e coinvolgente. Ci sono storie piccole e storie un pochino più grandi ma tutte con un denominatore comune. La voglia di comunicare un piccolo grande messaggio da portare nel cuore. Un messaggio di coraggio. D’amore. Di conforto alla solitudine. Segreti, personaggi immaginati che si fanno reali, draghi un po’ diversi ci faranno sorridere, riflettere e – perché no – sognare. Al termine dello spettacolo una golosa merenda per tutti.

www.ilgatto.ch

Lunedì 5 novembre 2018 “A testa in giù al LAC”

Alle 20.30, nell’ambito della stagione teatrale di LuganoInScena, al LAC approda un’originale commedia messa in scena da Gioele Dix, con Emilio Solfrizzi e Paola Minaccioni. Una pièce nella quale il pubblico è testimone dei pensieri dei personaggi che parlano in disparte e che, grazie alla tecnica del doppio linguaggio, svelano una verità comica, crudele e meravigliosamente patetica. La storia? Daniel invita a cena, contro il consiglio di sua moglie, Patrick, il suo migliore amico, e la sua nuova partner, Emma, per la quale ha lasciato la moglie. Emma, giovane e carina, provoca una tempesta negli animi dei presenti, incasinando le loro certezze, scatenando frustrazioni e gelosia. In pratica esattamente quello che Salvini è riuscito a fare in pochi mesi di governo coi Cinquestelle.

www.luganoinscena.ch

Martedì 6 novembre 2018 “Raccontare il lavoro e il valore dello sciopero”

Alla Biblioteca cantonale di Bellinzona Paolo Barcella, Alessandro Moreschi, Mattia Pelli, Gabriele Rossi e Nelly Valsangiacomo presentano il loro libro intitolato “Scioperare nel Duemila. Le Officine ferroviarie di Bellinzona e la memoria operaia in Svizzera” (Donzelli Editore, 2018). A dieci anni di distanza dallo sciopero delle Officine di Bellinzona e a cento da quello generale del 1918, il volume accoglie le testimonianze raccolte subito dopo lo sciopero bellinzonese delle Officine FFS. La storia di una regione che si è trasformata per un mese in una sorta di comunità operaia, trovando il linguaggio e gli strumenti per comunicare e per dare di sé un’immagine di forza, capace di conquistare attenzione ben oltre i confini cantonali. Perché uno sciopero è per sempre. Alle 18.30.

www.sbt.ti.ch/sbt

Mercoledì 7 novembre 2018 “Mercalibro a Bellinzona”

Mercalibro

Come ogni primo mercoledì del mese, dalle 11.00 alle 18.00, Piazza Giuseppe Buffi (ex Piazza Magoria) si anima di bancarelle con il suo ormai tradizionale mercato del libro usato. A prezzi davvero per ogni portafogli potrete trovare libri usati e di seconda mano, fumetti, riviste, stampe, figurine, vecchi dischi in vinile, CD, cartoline e chissà quali altri piccoli tesori. Perché ci vuole davvero poco per ridare una seconda vita e una nuova chance ai libri – ma non solo – e alle storie in essa contenuti. Per la gioia dei maniaci del vintage e di tutti gli amanti della lettura a caccia di chicche editoriali.

www.ondemedia.com

Giovedì 8 novembre 2018 “Franco Lafranca, storia di un’avventura tra arte e stampa”

Storia arte e stampa

Alle 18.30, alla Biblioteca cantonale di Bellinzona, si ricorda e si ripercorrono le gesta di un maestro della stamperia d’arte ticinese. Nell’ambito della mostra in corso a Villa Dei Cedri intitolata “Internazionalismo ed «eccezione elvetica».100 anni d’arte grafica in Svizzera” e in occasione del Fine settimana della grafica (in programma il 10 e 11 del mese), il Museo Villa dei Cedri organizza un incontro a più voci in omaggio a Franco Lafranca. Stampatore e editore d’arte del Locarnese che ha condotto a partire dal 1990 la stamperia “L’Impressione” e “L’Impressione edizioni”, divenuta poi “ANAedizioni”. Un appuntamento pensato per tutti coloro che amano l’odore dolce della carta e l’antico mestiere dello stampatore.

www.sbt.ti.ch/sbt

 

 

 

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!