La voce squillante di Due Spiriti

Di

Sharice, non solo è stata eletta, ha fatto la storia. E senza dover indossare un paio di magiche scarpette rosse come la sua compaesana Dorothy. La Dorothy Gale protagonista del Mago di Oz. In Kansas, Sharice Davids, è stata la prima rappresentante omosessuale e la prima donna nativa americana a essere eletta al Congresso degli Stati Uniti.

Lei, un membro della Ho-Chunk Nation, sarà la prima donna di sangue indiano, di quegli indiani d’America confinati nelle riserve e decimati dal genocidio consumato dai conquistatori bianchi, avidi e spietati, a servire la causa e gli ideali democratici al Congresso. Una vittoria che ha condiviso con Deb Haaland, come lei rappresentante democratica per il New Mexico ed entrambe apertamente lesbiche e fiere di rappresentare la comunità LGBT.

Del resto prima che gli europei rubassero le loro terre, i nativi americani erano un esempio di tolleranza e di apertura nei confronti dei gay. Non esistevano regole che uomini e donne erano tenuti a rispettare per poter essere considerati membri “normali” della comunità. Anzi. Le persone che mostravano caratteristiche sia maschili che femminili, i cosiddetti “due spiriti”, erano vissuti come doni della natura, in grado di vedere le cose da più lati, riunendo in sé prospettive differenti. Insomma quello che ci si aspetterebbe da un politico che non fosse la caricatura di se stesso.

Inoltre il nome della comunità a cui Sharice “due spiriti” appartiene deve il suo nome alla parola hochungra il cui significato, quasi profetico, è “popolo della grande voce” o “popolo del sacro verbo”. Una voce, la sua, che è stata, nel corso di questa accesa battaglia elettorale, quella delle minoranze dell’America degli ultimi che si sono fatte sentire attraverso il loro voto e un’affluenza massiccia alle urne. Un’elezione che ha premiato le donne e la loro capacità di catalizzare il malcontento non solo di chi, come loro, è stato troppo a lungo calpestato dalla misoginia di una classe politica e una società sessista e violenta di cui Trump è il massimo rappresentante.

“Abbiamo finalmente l’opportunità di resettare la nostra immagine e le aspettative che le persone hanno quando pensano al Kansas”, ha detto la Davids nel corso del suo discorso, per celebrare la vittoria, di fronte a centinaia di sostenitori. “Sappiamo che ci sono così tanti di noi che accolgono tutti, che vedono tutti e che sanno che tutti dovrebbero avere l’opportunità di farcela.”

I propositi politici di Sharice hanno fatto leva soprattutto sulla rabbia che, non solo le fasce più deboli, in questi due anni di trumpismo selvaggio, hanno covato nei confronti di coloro che li avrebbero dovuti rappresentare proteggendo i loro diritti. Ecco perché la strategia vincente è stata quella di coinvolgere gli elettori che si erano sentiti ignorati dai precedenti candidati democratici. Così, una vittoria che poteva sembrare improbabile solo un anno fa, è oggi realtà. Ecco perché possiamo serenamente affermare che il futuro è donna. Ma non solo.

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!