Swiss Advisor

Di

Le basi alimentari autoctone si fondano sulla lunga tradizione svizzera e sulla combinazione di ingredienti sempre freschi e a km zero. È giunta l’ora di chiudere tutte le porte verso e dall’esterno per rendere la nostra Svizzera un luogo genuino e per tornare finalmente ad essere una razza pura con uno stile di vita sano.

Ad esempio vorrei rendervi attenti sul fatto che siamo famosi in tutto il mondo per il cioccolato, per gli orologi e per le famose Kartoffeln, ma andiamo con ordine, perché qui anche solo “fare là” un piatto di pasta mi diventa un’impresa, soprattutto perché a me piace aggiungerci un pizzico di pepe della Vallemaggia.

Dobbiamo stare attentissimi perché non basta che il cacao sia bio, deve essere coltivato in Svizzera, quindi la torta di pane va fatta rigorosamente anemica. Le patate sono importate nella nostra cultura, quindi vanno assolutamente dimenticate e sostituite con delle castagne indigene che per fare i Rösti sono la morte sua, siccome anche il pepe non è roba nostra se vogliamo dare un tono piccantino al piatto possiamo attaccarci al tram.

Per le pentole e le padelle stiamo messi bene, acciaierie ne abbiamo e le materie prime le possiamo reperire in loco, credo che un rene a testa per ogni membro della famiglia possa bastare per poter acquistare l’intera batteria.

Torniamo alle ricette tipiche, perché in fondo è questo che realmente ci interessa per essere un Paese indipendente e senza nulla da invidiare a nessuno.

Per l’autunno la zuppa di zucca è di una raffinatezza unica, ma senza la buzzurrata di metterci gli amaretti che sono una trovata dei cugini di là dalla ramina, anche il pepe è da dimenticare, ricordatelo!

Smettiamo di esportare la nostra identità, che sia bandita la vendita del formaggio per raclette e della miscela per la fondue. Che si voti un referendum per imporre che la Chinoise e la Bourguignonne, con le relative salsine siano confinate all’interno della Nazione!

Che il Bratwurst sia pietanza esclusiva dell’Olma e che a San Gallo sia custodito il segreto della salsiccia, se durante il resto dell’anno avete voglia di grigliata attaccatevi al Cervelat. Che poi dai, come osano chiamare Wiustel tutto quello che sembra un Bratwurst? Esseri indegni, che stiano a casa loro che qui abbiamo già le nostre belle gatte da pelare, ah no, quelli che mangiano gatti sono vicentini,e figurarsi se non venivano da là!

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!