Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 7 al 13 Dicembre

Di

“Voglio una vita spericolata, voglio una vita come quelle dei film. Voglio una vita esagerata, voglio una vita come Steve McQueen. Voglio una vita, che non è mai tardi, di quelle che non dormi mai. Voglio una vita, la voglio piena di guai. E poi ci troveremo come le star, a bere del whisky al Roxy bar. Oppure non ci incontreremo mai, ognuno a rincorrere i suoi guai. Ognuno col suo viaggio. Ognuno diverso. E ognuno in fondo perso dentro i fatti suoi!”, così cantava qualche anno fa Vasco Rossi. Eccoci dunque al ventaglio di offerte targate GASzebo, tra le quali non mancheranno neppure le serate a tutta birra e a suon di rock and roll! La nostra agenda settimanale vi propone come sempre una selezione di appuntamenti pensati per tenere a bada lo stress e trascorrere serenamente i prossimi sette giorni sette. E se casomai, vi venisse voglia di scriverci fatelo a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 7 dicembre 2018 “Alex Haynes & the Fever in concerto”

Questa sera alle 22.00, al Murrayfield Pub di Chiasso, si esibiranno Alex Haynes & the Fever. Una delle migliori voci blues del Regno Unito, chitarrista e cantante partito dai pub inglesi del nord, dove suonava blues acustico e folk, Haynes si sposta a Londra dove sviluppa il proprio stile con la chitarra slide. A caratterizzarlo c’è un suono sporco e rock, affiancato a una semplicità esecutiva che ipnotizza oltre a sorprende per l’originalità. A un primo ascolto, ogni paragone con Caleb Followill dei primi Kings of Leon non è completamente fuori luogo, sebbene il suo sound sia in qualche maniera più vicino allo spirito di Seasick Steve e Black Keys, o al blues tradizionale di John Lee Hooker e R.L.Burnside, fino al suono più duro del rhythm&blues e rock&roll dei Rolling Stones e del provocatorio Captain Beefheart.

www.murrayfieldpub.com

Sabato 8 dicembre 2018 “Alla scoperta del San Bernardino”

Alle 17.15 il Castello di Mesocco fa da cornice alla presentazione libraria di questo volume che offre un sacco di spunti e d’informazioni sulla natura, il paesaggio e la storia del luogo. 14 itinerari pedestri e oltre 300 immagini a corredo di un testo che concilia conoscenze scientifiche con approfondimenti storico-culturali. Anche detta la perla del Sud delle Alpi per le spettacolari bellezze naturali, la ricchezza ambientale e le curiosità paesaggistiche, la zona del passo e del villaggio di San Bernardino sono una regione così ricca di storia e di cultura da aver ispirato poeti e pittori. Ospiti della presentazione: Moreno Bianchi, Marco Marcacci, Barbara Beer, Marco Buchmann e Luigi Corfù.

www.centroculturalesoazza.ch

Domenica 9 dicembre 2018 “MIST allo Spazio Panelle”

Alle 17.30 musica improvvisata allo Spazio Panelle di Locarno. Con Flo Stoffner alla chitarra elettrica e Francesco Miccolis alla batteria e alle percussioni. Flo Stoffner, che ha scoperto la chitarra a 11 anni, può vantare una lunga lista di collaborazioni con gente del calibro di Joe Lovano, Ellery Eskelin, Michael Brecker, Dewey Redman, Paul Lovens, Arthur Blyte e molti altri che lo hanno instradato definitivamente verso la carriera di musicista. Stoffner, allo Spazio Panelle, ha fra l’altro già suonato con il trio di Alfred Zimmerlin e con Rudi Mahall e Lovens. Francesco Miccolis è invece uno dei migliori batteristi svizzeri, cresciuto a Locarno, ma ormai losannese d’adozione. Oltre al jazz, Francesco è attualmente attivo anche con il rapper africano Ben Sharpa e con il cantautore svizzero Stéphane Blok. Un duo tutto da scoprire per una domenica all’insegna della musica per palati fini.

www.circoru.org

Lunedì 10 dicembre 2018 “O Processo, un documentario per i diritti umani”

In occasione della ricorrenza del 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, a partire dalle 18.30, all’Hotel Internazionale di Bellinzona si terrà l’incontro con Sergio Paulo Pinheiro, già ministro del governo brasiliano per i Diritti Umani e a seguire verrà proiettato il documentario “O Processo” (Il Processo) di Maria Ramos. Proprio oggi, lunedì 10 dicembre, ricorre l’anniversario dell’adozione da parte dell’Assemblea generale dell’ONU della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Paulo Sergio Pinheiro, ospite della serata, è oggi il presidente della Commissione d’inchiesta delle Nazioni Unite per la Siria.

www.festivaldirittiumani.ch

Martedì 11 dicembre 2018 “Colombo e le farfalle al Paravento

Mentre il “bravo narratore” racconta la meravigliosa avventura di Cristoforo Colombo, fuori dal cono di luce dei riflettori nelle zone d’ombra del palcoscenico va e viene affacendato in cose sue, un indigeno Quechua originario di Otawalo in Ecuador. È uno di coloro che a distanza di 500 anni sono venuti a scoprire quelli che li avevano scoperti e che si mantengono suonando il flauto di Pan o il charango fuori dai supermercati o nei sottopassaggi delle stazioni. Uno spettacolo di e con Ferruccio Cainero in scena a Locarno, alle 19.00, al Teatro Paravento.

www.teatro-paravento.ch

Mercoledì 12 dicembre 2018 “Il contouring perfetto | I contorni ideali in cui vivere”

Prosegue la rassegna HOME al Teatro Foce di Lugano. Anita è una blogger che si è autoreclusa nel suo appartamento. Trascorre le sue giornate in compagnia dei suoi follower e di Sam, un’amica immaginaria. Ma la sua quotidianità viene sconvolta improvvisamente dall’arrivo della Signora (con la esse maiuscola), una figura misteriosa che le fa scoprire il Complotto dei Rettiliani, una razza aliena di rettili umanoidi che grazie ai loro poteri governano segretamente la Terra. Da questo momento, Anita perde progressivamente ogni contatto con la realtà: si convince che i Rettiliani siano ovunque e che siano in grado di mimetizzarsi tra gli esseri umani. La paura cresce fino a diventare totalizzante, e Anita si trasforma in un esempio vivente della paranoia ai tempi di internet. Dai 13 anni. Alle 20.30.

www.luganoeventi.ch

Giovedì 13 dicembre 2018 “Ho perso il filo a Locarno”

Quella che va in scena alle 20.30 al Teatro di Locarno è una commedia, una danza, un gioco, una festa con un’Angela Finocchiaro inedita che, con la sua stralunata comicità e l’ironia, quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale, parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo il suo spaventoso Minotauro. Sempre in bilico tra le parole comiche di un personaggio contemporaneo e la fisicità acrobatica, primitiva, arcaica delle Creature del Labirinto. Si ride, ci si emoziona con la Finocchiaro e con i danzatori guidati da Hervé Koubi, uno dei più talentuosi e affermati coreografi sulla scena internazionale. Per un viaggio intimo e personale all’interno dell’animo umano, allo stesso tempo vicino al cuore di molti.

www.teatrodilocarno.ch

 

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!