Se la volpe è più ingorda che furba

Di

L’associazione Traffico e Ambiente (ATA) lo ha ribadito a chiare lettere. La licenza edilizia concessa dal Municipio di Mendrisio per la costruzione di un FoxTown bis è insensata. Ma del resto di cose fatte male, di porcate fatte in fretta o per meri interessi economici s’è perso il conto. La qualità della vita troppo spesso passa in secondo piano quando di mezzo ci sono gli affari.

”Troviamo grave e assurdo – ha dichiarato Bruno Storni, del comitato dell’ATA – sostenere che il progetto può essere portato a termine anche se provocherà un aumento del traffico e dell’inquinamento perché tanto la qualità dell’aria è già compromessa. Le polveri fini sono davvero pericolose e il Mendrisiotto è la regione ticinese in cui la situazione è più critica”.

Un po’ come dire che, se sei condannato all’ergastolo, poco cambia se nel frattempo ti processano e te ne appioppano un secondo. Oppure che, se sei malato di cancro ai polmoni, puoi benissimo fumarti il tuo bel pacchetto di sigarette al giorno. Cosa vuoi che ti succeda. Al massimo chiudi prima il capitolo agonia. Insomma, un atteggiamento talmente nichilista per il quale qualsiasi cosa volta a invertire il senso di marcia e ridare dignità alle nostre vite oppure ossigeno all’aria che respiriamo sarebbe vista come un intralcio. Come un voler snaturare l’indole kamikaze che alberga in noi e alimenta il nostro agire.

Ma è proprio di fronte a questa follia, apparentemente senza fine, che si pone prepotente una questione. Una domanda alla quale qualcuno, prima di noi aveva già trovato una solenne risposta. “Quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce pescato, quando l’ultimo albero sarà stato abbattuto, l’ultimo fiume avvelenato, l’ultimo pesce pescato, l’ultimo animale libero ucciso, vi accorgerete forse che non si può mangiare il denaro. Era stato Orso in Piedi, capo della nazione Lakota, di fronte all’ingordigia degli invasori.

Ticino, terra d’artisti e d’architetti. Certo. Ma anche di strade, autostrade, centri commerciali e cemento fresco un po’ ovunque. E soprattutto di tanto traffico. Destinato, con questo tipo di scelte, ad aumentare anche lì dove ce n’è già parecchio. Troppo. Come nel Mendrisiotto la cui situazione d’allarme s’è fatta cronica. Un coma vigile dal quale non si esce certo ingigantendo le aree commerciali e neppure facendo accoppiare e figliare la volpe del signor Silvio Tarchini.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!