Camerieri laureati in quattro lingue

Di

Torno sulla questione del Monte Generoso e dei dieci dipendenti licenziati (leggi qui). In questi giorni l’azienda, evidentemente un po’ in affanno dopo la riprovazione popolare e politica, ci tiene a precisare che aveva offerto ai dipendenti licenziati dei corsi di lingue e dei soggiorni all’estero.

“Non è pensabile che chi lavora per la ristorazione in una struttura turistica come il Fiore di Pietra non sappia almeno tre lingue oltre all’italiano”

ha dichiarato alla stampa l’attuale direttore Brügger.

Noi sottoscriviamo quello che scriveva il consigliere comunale leghista di Chiasso Stefano Tonini in una sua presa di posizione ironica,:

“Il CCL prevede circa 3400.- (3470.- per esattezza. NdR) al mese per il settore della ristorazione (cameriere). Ora mi domando, ma un cameriere per 3400.- al mese, per lavorare, di quante lauree ha bisogno?”

Ha ragione Tonini, con tutto il rispetto per chi fa bene il cameriere che non è un lavoro facile, non si può pagare la gente tri ghei e una cicca e poi pretendere non solo professionalità, ma addirittura quattro lingue come vorrebbe il megadirettore del Fiore di Pietra Brügger.

A parte che dubitiamo fortemente che tutti i dipendenti si siano rifiutati di imparare meglio le lingue, sempre che le condizioni offerte fossero decenti, ci chiediamo che livello di competenza si debba avere, come scrive Tonini, per elencare i piatti e prendere le comande in francese, tedesco o inglese.

Ma di che parliamo? Nel comunicato, Brügger parla della richiesta di un livello C1 o C2. Per capirci, dalle medie si esce con i livelli A, dal liceo coi livelli B, mentre i livelli C sono già semi professionali. Insomma, un nostro liceale, con dei buoni livelli, non potrebbe accedere a un posto di cameriere al Monte Generoso. Un’offerta, poco “generosa” dunque, e delle pretese decisamente sopra le righe. Non parliamo infatti della tour Eiffel a Parigi, perché anche nel metallico simbolo della capitale francese, uno dei monumenti più visitati al mondo, ci aspettiamo dei camerieri francesi che al limite si arrangino a parlare qualche altra lingua senza dovermi tradurre la Divina Commedia.

Dispiace per le persone, che devono pagare scelte di marketing fatte sulla carta, scelte arroganti che valutano solo l’aspetto finanziario e non umano. Prossimamente, al Generoso, troveremo probabilmente dei “poveri” laureati in lingue, frontalieri felici di guadagnare qualche cosa anche se sotto costo, pur di lavorare. Gente disposta a svendere anni di studio e delle lauree per sopravvivere e compiacere una dirigenza fredda e priva di senso del dovere verso i dipendenti.

I turisti, felici di trovare camerieri con ‘accento di Hannover o Bristol, ringraziano. I licenziati cercheranno lavori a costi ancora più bassi per tirare a campare. C’est la vie!

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!