Il Corriere cola a picco sul web?

Pubblicità

Di

Tempi duri, sembra, per il Corriere del Ticino, almeno per quanto riguarda il seguito sul web, che nel tempo della crisi della stampa cartacea è ormai il canale principale su cui puntare. E non si tratta, badate, di nostre insinuazioni, ma di dati ufficiali pubblicati da Netmetrix, la società leader in Svizzera per le ricerche sull’utilizzo dei siti web che offre un report certificato.

Centomila utenti: questo è, all’incirca, il numero di utenti in meno per il Corriere del Ticino online nell’arco di un anno, da dicembre 2017 a dicembre 2018. Un numero enorme, pari a più di un terzo dei lettori perduti, svaniti, puff!

Vediamo la tabella riferita ai principali portali ticinesi (N.B. nel conteggio sono inclusi solo i siti che hanno stipulato una partnership con Netmetrix): i dati completi sono consultabili a questo link 

Il dato è eclatante. A dicembre 2017, il Corriere contava su 282’000 utenti unici mensili, ovvero singole persone che visitano il sito, per un totale di 1’781’993 visite complessive. Soprattutto, il sito del Corriere riceveva un numero di visite 3 volte maggiore rispetto al diretto concorrente anche cartaceo, ovvero La Regione Ticino, ferma a 79000 utenti

Un anno dopo la situazione sembra essere ribaltata in modo drastico: il Corriere, a dicembre 2018, fa rilevare ben 102’000 utenti in meno, come dicevamo più di un terzo in meno, una massa di lettori che, dati alla mano, sembra essere transitata a piè pari su La Regione, che vede i suoi utenti più che raddoppiati e triplica le visite, mentre il Corriere vede diminuirle di quasi il 40%.

E il grafico della serie temporale (seppur con i dati di Febbraio e Marzo 2018 per il Corriere, sembra confermare la picchiata di quest’ultimo e la progressiva ascesa della Regione, che fa già un bel salto da dicembre 2017 a gennaio 2018 con la pubblicazione del nuovo sito. Per il Corrierone, invece, dopo un po’ di alti e bassi, dopo il picco di agosto sembra essere iniziata un’inesorabile discesa.

BLU: Corriere del Ticino
ARANCIONE: La Regione Ticino

Carta canta, come si suol dire: alla fine, il giornalismo serio e impegnato, relativamente libero dalle pressioni di determinati ambienti politici ed economici, paga molto di più nei confronti delle fake news conclamate e dell’occhiolino alle Destre. Un editoriale di Matteo Caratti, fermo nei toni ma argomentato, porta molti più lettori rispetto alle bufale diffuse da Foa e ai pezzi contro chi denuncia gli abusi nel caso Argo1. La gestione Foa – Pelli del Corriere, dunque, dati alla mano, alla fine raccoglie ciò che ha seminato: una costante caduta.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!