Lino Banfi patrimonio dell’UNESCO?

Pubblicità

Di

Lino Banfi vuole andare all’UNESCO per regalare un sorriso. Il comico è appena stato nominato commissario italiano per l’UNESCO, capite? E vuole regalare un sorriso. Ma un sorriso cosa? L’UNESCO mica è l’ospedale pediatrico per piccoli mutilati sordociechi.

“Ne approfittiamo per dare una notizia all’Italia che a me riempie di orgoglio: abbiamo individuato Lino Banfi perché rappresenti l’Italia nella commissione italiana per l’UNESCO. Abbiamo fatto Lino Banfi patrimonio dell’UNESCO”

Ha scritto quello scriteriato, scellerato, improbabile, pazzesco di Luigi Di Maio. Io rimango con la bocca a perta e con un po’ di bavetta che scende…scusate, qualcuno ha un fazzolettino?

Veniamo al dunque, L’UNESCO è un organismo internazionale e mondiale, l’acronimo significa: Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione la Scienza e la Cultura.

Non è un circolo bocciofilo per vecchi comici pugliesi. Comici che per quanto facciano ridere a colpi di porca puttena e madonna incoroneta, non entreranno probabilmente nella storia del cinema, ma così faccio lo spocchioso, mi perdoni chi si sganascia guardando il buon Lino compare storico di Edwige Fenech, icona erotica di una generazione.

Solamente mi chiedo cosa c’entri Lino Banfi, al secolo Pasquale Zagaria, con l’UNESCO. Immaginatevi di mettere Rita Levi Montalcini a gestire la sagra della pernacchia di Lecce. Faticate un pochino a vedere il nesso, vedete? Cioè, senza astio, sembra che la tattica dei Cinque Stelle sia quella di mettere in posti chiave persone che non hanno la minima competenza di ciò di cui devono disutere (Toninelli docet).

A questo punto tutto è possibile, anche che Di Maio diventi un politico serio, quella sarebbe una vera rivoluzione.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!