Aiutiamoli a casa loro? Certo!

Pubblicità

Di

Recentemente i parlamentari Pamini. Morisoli, Denti e Ferrari, hanno preso in giro i nostri ragazzi che protestavano per il clima, secondo loro dovevano fare un gesto tangibile abbassandosi il riscaldamento (leggi qui). Che mattacchioni questi quattro. Sono proprio i nostri ragazzi ticinesi a dar loro una lezione, i ragazzi di Mezzana, che hanno devoluto 1’800 franchi a un progetto agricolo nel Mali sostenuto da Helvetas, riportiamo qui il comunicato.

Gli studenti del primo anno del Centro professionale del verde di Mezzana hanno devoluto un contributo di 1’800 franchi a favore di un progetto di Helvetas volto alla valorizzazione dell’agricoltura nel Sud del Mali. Grazie a questo importate sostegno, già 700 giovani contadini maliani hanno potuto ricevere una formazione per delle professioni legate all’agricoltura.

Durante una giornata di lavori socialmente utili nei Comuni di Balerna e Mendrisio, nel Parco delle Gole della Breggia e presso l’Azienda agraria di Mezzana, gli studenti del primo anno delle aree agricoltura, botanica e selvicoltura del Centro professionale del verde di Mezzana hanno raccolto 1’800 franchi. Tale somma è stata poi devoluta a sostegno di un progetto di orticoltura promosso da Helvetas e rivolto ai giovani contadini nel Sud del Mali. Un esempio di passione condivisa che travalica i confini e le differenze, unendo i giovani ticinesi e i loro omologhi maliani sotto la stessa egida: l’amore per il mondo verde.

Con il progetto “Jigitugu – Realizzare le speranze”, Helvetas si prefigge di valorizzare l’agricoltura, offrendo a dei giovani contadini maliani delle formazioni legate al mondo dell’agricoltura, – dall’agricoltura biologica alla vendita di nuovi tipi di ortaggi, fino all’allevamento di pollame. Lo scopo di tali formazioni è quello di modernizzare le buone tecniche di coltivazioni già esistenti sul territorio, di estendere la produzione ai mercati regionali e internazionali e di rinforzare l’adattamento ai cambiamenti climatici. I prodotti locali, come il burro di karité, il sesamo e il fonio (un antico cereale resistente alla siccità), sono infatti sempre più richiesti dai mercati ed è quindi possibile trovare degli sbocchi oltre i confini locali, migliorando dunque i redditi dei giovani contadini e delle loro famiglie.

Sino a ora il progetto “Jigitugu – Realizzare le speranze” di Helvetas ha formato più di 700 giovani nei settori dell’orticultura. Tale progetto è riuscito inoltre ad abbattere la barriera di genere, raggiungendo il doppio delle donne previste inizialmente: il 75% dei partecipanti alle formazioni è infatti di sesso femminile.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!