Bill Gates: più tasse per me

Pubblicità

Di

Non è giusto, avrei assolutamente dovuto pagarne di più. A dirlo è Bill Gates che non è nuovo a questo tipo di uscite (leggi qui). Lui, che vanta un patrimonio personale pari a circa 83 miliardi di euro, sembra sapere il fatto suo. Sa cosa è giusto e cosa no. Ecco perché la sua ricchezza, così come pure quella accumulata dagli altri super-ricchi sparsi per il Pianeta e con lui ai primi posti della classifica stilata annualmente da Forbes, è secondo Bill, una roba folle e insensata. Un’offesa al buonsenso.

“Ho pagato oltre 10 miliardi di dollari in tasse, ma avrei dovuto pagarne decisamente di più.” E che sia il fondatore di Microsoft a lamentarsi di pagare troppe poche tasse fa davvero strano. Ma è così. Perché, Bill, sarà pure un nerd che tutti hanno sempre deriso e sbeffeggiato preferendogli quella carogna (lo dicevano di lui i suoi più stretti collaboratori, intendiamoci) di Steve Jobs, ma intanto, da anni, è uno dei maggiori benefattori dell’Umanità, grazie alla fondazione creata e gestita insieme alla moglie Melinda.

Certo, un filantropo, ma anche uno degli uomini d’oro del Pianeta, tra i più ricchi al mondo che non si nasconde dietro a un dito e ammette di aver avuto un ingiusto trattamento di favore. A dimostrazione di come certa politica e la maggior parte dei governi che guidano gli Stati del mondo sono al servizio di una Plutocrazia. Dove sono i ricchi a fare il bello e il cattivo tempo. A fare pressione sui governi e a tenerli in scacco. Tutto questo sulla pelle di chi s’arrabatta come può, che dovendo sopravvivere di certo non ha il tempo e la lucidità per pensare ad altro.

Invece, Bill Gates, lui può. E sa perfettamente di cosa parla. Al punto che di fronte a quella che è forse la più grossa magagna del nostro tempo, della quale parleranno i libri di storia quando racconteranno di noi, Bill, al quotidiano inglese Daily Mail ha dichiarato: “Non merito le mie ricchezze. Nessuno le merita. Sono arrivate attraverso gli anni, con fortuna e grazie alle persone con le quali ho lavorato. Certo mi sono dato da fare e penso che il software che ho creato sia stato un bene per tutti, ma ho anche beneficiato di una struttura che mi ha aiutato”. Infatti la creatura di Gates oggi detiene la maggior parte del mercato dei sistemi operativi per computer e, a gennaio, la quota relativa a Microsoft Windows in questo settore era pari a poco più del 75%.

Ma se davvero si vuole che super-ricchi e aziende tecnologiche paghino più di quanto impone loro la legge, beh, quella legge va radicalmente cambiata. Bill lo ribadisce da tempo. Peccato che, gli unici in grado di farlo, sono coloro che ci governano. Così, tornando anche solo a riflettere sul nostro piccolo Ticino, c’è davvero da mettersi le mani nei capelli e piangere fino a non avere più lacrime. Davvero credete che arriverà un giorno in cui ci sarà un Vitta che, nascosta la bacchetta magica da maghetto in un cassetto, avrà l’audacia e la lungimiranza di seguire il consiglio di un Bill Gates? Ecco. Ci siamo capiti.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!