Gaszebo – Gli eventi in Ticino dall’1 al 7 Febbraio

Di

“Ho due minuti, ancora due minuti ma, non li sprecherei. Per mentirti mai. Come neve, fredda scenderei. Per coprir tutto quello che sei. Come sale, bianco brucerei le bugie che ogni giorno direi. Come neve, fredda scenderei, per coprir tutto quello che sei.” Anche se qualche fiocco ci ha fatto finalmente visita, non è detto che l’umore debba essere quello malinconico e invernale che ci restituisce questa canzone dei Negramaro, anzi. Ecco perché dare un’occhiata a GASzebo può essere il modo per evadere con la fantasia, ma non solo. Per capire come portare un po’ d’estate in queste gelide serate di febbraio. D’aiuto si spera possa essere la nostra selezione d’appuntamenti per i prossimi sette giorni sette, sette raggi di sole pensati apposta per non dover aumentare la temperatura dei termosifoni. E se, putacaso, vi venisse voglia di scriverci fatelo a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 1 febbraio 2019 “Mare Morto debutta al Foce”

Sono migliaia le persone morte in questi anni nel Mediterraneo. Non sapremo mai quante, né i loro nomi. Oggi uno su 6 non arriva a vedere la spiaggia ma solo l’acqua che gli gorgoglia in gola. “Mare Morto” è il coraggioso testo teatrale messo in scena dall’Officina Teatro, per la regia di Simone Gandolfo, con Mirko d’Urso protagonista che debutta al Teatro Foce di Lugano alle 20.30.“Mare Morto” è un imperdibile urlo di rabbia e disperazione in un mondo che sembra avere anestetizzato ogni tipo di umana pietà. “Questa è la storia di chi, – afferma l’autore Simone Gandolfo – nonostante non abbia nulla, ha la cosa più importante che serve per sopravvivere: ovvero un’incrollabile fede nel futuro e nell’amore”.

www.m-a-t.ch

Sabato 2 febbraio 2019 “Dieci al Teatro Il Cortile”

Dieci come i comandamenti, i racconti colgono situazioni di vita che formano un quadro agghiacciante della Napoli d’oggi: da angolazioni tutte diverse disegnano una mappa del dolore, della violenza, delle assurde condizioni in cui una metropoli vive al limite dell’intollerabile. “Dieci” è la racconta di racconti di Andrej Longo con Napoli e i dieci comandamenti sullo sfondo portata in scena da Emanuele Santoro e Roberto Albin. Vita vera, vita vissuta al centro di un racconto serrato e impietoso che esplora i vicoli bui dell’animo umano e della città partenopea che non è per forza solo quella della serie televisiva “Gomorra”. Alle 20.45 al Teatro il Cortile di Viganello.

www.ilcortile.ch

Domenica 3 febbraio 2019 “Alice nel paese delle meraviglie al LAC”

Nell’ambito dei Concerti dell’OSI pensati per le famiglie, si terrà anche quest’anno la “Passeggiata musicale nel LAC”, che in questa nuova versione s’immerge nel fantastico mondo del libro di Lewis Carroll “Alice nel Paese delle Meraviglie”. Un percorso musicale e visivo attraverso i diversi spazi del LAC, per scoprire il centro culturale e la musica classica lasciandosi sorprendere dall’incontro inaspettato di suoni, ritmi, melodie e luci. Perché come diceva il Bianconiglio: “Scappiamo Alice, qui sono tutti normali!”

www.osi.swiss

Lunedì 4 febbraio 2019 “Storie di ordinaria economia al Palazzo dei Congressi”

Massimo Folador, autore del libro “Storie di Ordinaria Economia”, racconterà con uno sguardo diverso l’essere impresa tutti i giorni e lo farà attraverso le storie di 24 aziende che hanno saputo percorrere con competenza e passione nuove strade per raggiungere nuovi e importanti risultati.Banca Etica, Assimoco, Yamamay, Nau, sono solo alcune delle aziende citate nel libro, che hanno saputo e voluto scegliere il modello etico ed i suoi tre elementi costitutivi: l’attenzione istintiva al capitale umano, la tendenza a collaborare e quindi a considerare la relazione come capitale e la considerazione dell’impresa come progetto quasi sociale. Alle 17.00 al Palazzo dei Congressi di Lugano.

www.luganoconventions.com

Martedì 5 febbraio 2019 “Il cinema di Richard Linklater a Lugano”

Dewey Finn (interpretato da Jack Black) è un rocker di scarso successo che bazzica i locali di New York con la sua band, No Vacancy, e condivide l’appartamento con l’amico Ned Schneebly, a cui deve diversi mesi arretrati di affitto. Dopo una serata disastrosa, conclusasi con uno stage diving malriuscito, la band decide di allontanare Finn senza troppi complimenti. Non sapendo più come rimediare i soldi di cui ha bisogno, Finn decide di fingersi Schneebly e di accettare una supplenza nella scuola elementare più prestigiosa e rigida di Manhattan, la Horace Green. Il bluff è difficile da sostenere, specie senza la complicità degli alunni, ma, dopo averli ascoltati suonare nell’ora di musica, Finn decide di trasformare i ragazzini in rocker e di portarli al concorso Battle of the Bands, ricorrendo a ogni possibile stratagemma. È questa la trama del film “School of Rock” in programma nell’ambito della rassegna “La vita è un sogno” dedicata al regista texano Richard Linklater in cartellone al cinema Iride di Lugano alle 20.30.

www.luganocinema93.ch

Mercoledì 6 febbraio 2019 “Utoya al Teatro Sociale”

Il 22 luglio 2011 su di un’isola della Norvegia, l’estremista di destra Anders Breivik uccise 69 ragazzi di età compresa fra i 14 e i 20 anni mentre stavano partecipando a un campo estivo del Partito Laburista. Due ore prima, a Oslo, aveva ucciso altre 8 persone ferendone 209 con un’autobomba piazzata nei pressi del Governo norvegese. Al processo a suo carico Breivik affermò di aver agito per il bene della cultura norvegese e per mettere un freno all’immigrazione in massa dei musulmani. Al Teatro Sociale di Bellinzona, alle 20.45, quegli attimi di follia vanno in scena in una pièce che vede protagoniste tre coppie coinvolte in modo diverso in quello che accade a Utoya. La cronaca di una carneficina.

www.teatrosociale.ch

Giovedì 7 febbraio 2019 “Cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario”

“Le opportunità di carriera e di formazione in cooperazione internazionale allo sviluppo e aiuto umanitario” è questo il titolo completo della serata informativa organizzata al Canvetto Luganese dalla FOSIT, con la partecipazione di Cinfo, SUPSI e COMUNDO. Già, ma quali sono le opportunità di lavoro in questo ambito e come si presenta una buona candidatura? A queste domande cercheranno di rispondere Natal Donnaloia, Corinne Sala, Claudio Valsangiacomo e Marianne Villaret. Perché se il vostro sogno è sempre stato quello di occuparvi di volontariato, con le ONG della Svizzera italiana, avete solo l’imbarazzo della scelta.

www.fosit.ch/

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!