Gaszebo – Gli eventi in Ticino dall’8 al 14 Febbraio

Di

“Sono passate 1000 generazioni, dai rockabilly, punk e capelloni, i metallari i paninari e sorcini e ogni volta gli stessi casini. Perché i ragazzi non si fanno vedere. Sono sfuggenti come le pantere. E quando li cattura una definizione, il mondo è pronto a una nuova generazione. E non m’annoio e no che non m’annoio, non m’annoio. Io no che non m’annoio!” E se non s’annoia Jovanotti perché dovremmo farlo noi? Perché? Quindi dare un’occhiata a GASzebo non potrà che darvi il giusto stimolo a non farlo, ma non solo. D’aiuto si spera possa esserlo la nostra selezione d’appuntamenti per i prossimi sette giorni sette, sette proposte per tutte le età pensate apposta per sconfiggere la noia. E se, putacaso, vi venisse voglia di scriverci fatelo a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 8 febbraio 2019 “Oblivion | La Bibbia riveduta e scorretta al LAC”

Gli Oblivion si mettono alla prova con un vero e proprio musical comico. Uno show, in scena alla Sala Teatro del LAC alle 20.30, oblivionescamente dissacrante che lascerà il pubblico senza fiato. Germania 1455: Johann Gutenberg introduce la stampa a caratteri mobili creando l’editoria e inaugurando di fatto l’Età Moderna. Gutenberg sta per scegliere il primo titolo da stampare quando bussa alla porta della prima stamperia della storia un signore. Anzi, il Signore: è proprio Dio, che da millenni aspetta questo momento. Dio chiede a Gutenberg di stampare la Bibbia con l’intento di diffonderla in tutte le case del mondo, facendone così il più grande scrittore della storia. Gutenberg, da buon tedesco, è molto risoluto e sa bene cosa cerca il pubblico in un libro. Ecco quindi che tenterà di trasformare, con ogni mezzo possibile, ciò che lui considera un insieme di storie scollegate e bizzarre in un vero e proprio best seller: la Bibbia. Tra discussioni infinite, riscritture e un continuo braccio di ferro tra autore ed editore, nella tipografia prenderanno vita le vicende più incredibili dell’Antico e Nuovo Testamento, le parti scartate e tutta la verità sulla creazione del mondo, finalmente nella versione senza censure.

www.luganolac.ch

Sabato 9 febbraio 2019 “La bisbetica domata al Teatro Sociale”

C’è lo zampino dell’attore, regista e drammaturgo Tindaro Granata dietro a una delle prime commedie di Shakespeare, la più contorta forse, la più discussa di sicuro in scena alle 20.45 al Teatro Sociale di Bellinzona. Una commedia che suo malgrado ci fa ridere perché piena di atrocità e di strani rapporti, dove l’amore non è amore ma interesse, dove la finzione è uno dei primi ingredienti; insomma una sfida complessa che ci ha portato la compagnia che la porta in scena a scegliere il gioco elisabettiano del travestimento, perché in fondo i rapporti sono così falsati, così poco naturali che solo una stranezza quasi animalesca poteva rendere bene l’idea di cuori “selvatici”, appunto da addomesticare.

www.teatrosociale.ch

Domenica 10 febbraio 2019 “A scpass in Sorasosct con la gastroracchettata

È una gastroracchettata enogastronomica all’aria aperta e per tutta la famiglia quella in programma sull’arco della giornata a Campo Blenio. 5 km a passeggio nella natura con 6 postazioni per gustare i prodotti locali. La manifestazione prenderà il via presso la Cupola degli Impianti Turistici a Campo Blenio, dove si potrà gustare un buon caffè prima della partenza. Il tragitto si snoda su strade e sentieri innevati e la durata prevista è di tre ore circa. È possibile farlo con scarponcini, scarpe comode e calde e racchette da neve. In ogni caso è raccomandato un equipaggiamento adatto alla stagione invernale e al freddo. Detto ciò quello che rende il tutto più appetitoso è ciò che si potrà mangiare su posto. Per la serie pancia mia fatti… capanna.

www.comuneblenio.ch

Lunedì 11 febbraio 2019 “Rita Payes & Joan Chamorro Trio al Jazz Cat”

Prodigiosa fucina di talenti la Sant Andreu Jazz Band di Barcellona, la premiata ditta che fa capo al bassista Joan Chamorro e al pianista Ignasi Terraza tornano quest’anno ad Ascoa con Rita Payés, un’altra giovanissima e strabiliante cantante (e trombonista) di 19 anni. Entrata nella Sant Andreu Jazz Band che aveva 13 anni, Rita Payés ha una molto personale, a volte tagliente a volte piena di sfumature, perfettamente intonata e con un senso del ritmo incredibile. Una musicalità a tutto tondo che, fra l’altro, è possibile scoprire in decine di cliccatissimi video su Youtube, registrati con i musicisti della Sant’Andreu e altri grandi artisti come Scott Hamilton e Scott Robinson. Al Teatro del Gatto alle 20.30.

www.jazzcatclub.ch

Martedì 12 febbraio 2019 “Laboratorio di scrittura creativa con Bérénice Capatti”

Ogni storia nasce da una scintilla, ma richiede tecnica e nozioni pratiche per svilupparsi al meglio. Approfondire gli strumenti del mestiere, fare ginnastica creativa, guardare agli scrittori per ragazzi classici e contemporanei aiuta a essere più consapevoli. Dunque, a tutti coloro che volessero giocare con le storie e con le parole, non possiamo che consigliare questo corso di scrittura creativa in programma alle 19.30 alla Ca’ Nosa di Bellinzona. Un corso rivolto a tutti per approfondire la propria tecnica di scrittura, utilizzando gli strumenti del mestiere.

www.bibliomedia.ch

www.tigri.ch

Mercoledì 13 febbraio 2019 “Van Gogh – sulla soglia dell’eternità, al cinema LUX”

Alle 20.30, al cinema Lux di Massagno, verrà proiettato in anteprima il film di Julian Schnabel dedicato al grande pittore olandese interpretato da Willem Dafoe. LA trama. È di sole che ha bisogno la salute e l’arte di Vincent van Gogh, insofferente a Parigi e ai suoi cieli grigi. Confortato dall’affetto e sostenuto dai fondi del fratello Theo, Vincent si trasferisce ad Arles, nel sud della Francia e a contatto con la forza misteriosa della natura. Ma la permanenza è turbata dalle nevrosi incalzanti e dall’ostilità dei locali, che biasimano la sua arte e la sua passione febbrile. Bandito dalla ‘casa gialla’ e ricoverato in un ospedale psichiatrico, lo confortano le lettere di Gauguin e le visite del fratello. A colpi di pennellate corte e nervose, arriverà bruscamente alla fine dei suoi giorni. Il resto è leggenda.

www.luxarthouse.ch

Giovedì 14 febbraio 2019 “Oggi quasi mi sposo con Marco Capodieci”

Al Teatro Sottoscala di Balerna, alle 20.30, va in scena il monologo tragicomico scritto e interpretato da Marco Capodieci. Una parodia degli ultimi “cinque minuti” di un uomo che sta per sposarsi e si appresta quindi ad andare al patibolo… pardon… all’altare per unirsi in matrimonio con la sua amata futura sposa. Sul “punto del non ritorno”, lo sposo ripercorre le tappe della lunga preparazione al “gioioso” evento al quale sono presenti tutti: genitori e suoceri, il testimone di lui, la zia nobile di lei, il cugino divenuto frate, il nonno e così via. Un monologo con il quale Marco Capodieci festeggia il suo 30esimo anniversario artistico. Del resto, come dice il proverbio, a 30 seguirà 31!

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!