I nazi non risolvono i problemi di lavoro

Pubblicità

Un ex impiegato all’ufficio della circolazione, un post filonazista delle SS e alcune riflessioni che è giusto fare.

Di

Pensavamo anche noi di scrivere qualcosa su questo simpatico signore, signore che poi abbiamo trovato su altri portali, come ad esempio ieri su TIO. Un ex impiegato dell’ufficio circolazione, oggi in cerca di lavoro, che aveva esternato la sua rabbia verso i frontalieri con un post filonazista. Un post che inneggiava a “certi ideali” che a suo dire avrebbero risolto i problemi dei ticinesi.

Il portale online fa un’operazione corretta, omettendo il nome, cosa che avevamo già deciso anche noi. L’articolo di TIO parla del caso, ma non fa il nome del personaggio, nonostante sia un funzionario della pubblica amministrazione.

Seppur ignobile, il suo veicolare biechi simboli nazisti, come il marchio delle SS con tanto di totenkopf, non deve essere esasperato più di tanto.

Primo, perché il signore, seppur filonazista, è un emerito nessuno, il suo nome non è di interesse pubblico oltre a non avere una carica politica. Secondo, perché un po’ di umana pietas ci impone di non trascinare anche la sua famiglia e i suoi figli nell’idiozia che ha fatto postando materiale del genere.

Peccato che la stessa cortesia non è stata fatta ai due frontalieri, (leggi qui) licenziati pochi mesi fa per avere insultato sui social la polizia svizzera in seguito a delle multe: un atto più grave di postare un nostalgico richiamo alle SS naziste proprio in relazione ai problemi del frontalierato? Discutibile. Perché quello che ha fatto l’agente di sicurezza è altrettanto insultante e anche un po’ più orribile. Accostare questo simbolo ai frontalieri che “rubano” il lavoro, insinua neanche tanto velatamente quale sarebbe la soluzione di questo integerrimo padre di famiglia.

Stessa cosa era successa recentemente, con un poliziotto ginevrino licenziato per avere postato riferimenti nazisti, mentre un nostro sergente nella stessa situazione era stato promosso. (leggi qui)

L’agente di sicurezza ha poi fatto sparire il post dopo aver capito che l’aria che tirava non era proprio salubre. D’altra parte il signore ha perlomeno evitato la pubblica gogna che invece hanno subito gli altri due poveri merli senza pedigree.

Ancora una volta si assiste a una guerra tra poveri, dove ci sono quelli più sfigati di altri, dove bisognerebbe prendersela coi datori di lavoro e invece si invocano i boia nazisti per risolvere i problemi congiunturali del lavoro.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!