Il pappagallo partigiano

Pubblicità

Dove le speranze sono pochine, è un pappagalletto dal ciuffo giallo e il cuore rosso a darci la voglia di lottare. È il rapporto d’affetto che lo lega alla sua amica, che non ha mollato, non ha ceduto, ha fatto di tutto per ritrovare quei tre o quattro etti di piume. È la storia tra due esseri così diversi ma legati dall’affetto e da quella canzoncina, che non perde nobiltà nemmeno se fischiettata da un pappagallo.

Di

Cipolla non è un pappagallo qualsiasi. È un calopsita, assomiglia un po’ al cacatua ma è più piccolino. Si riconosce per il piumaggio grigio e il ciuffo giallo. E Cipolla si riconosce perché mica è un pappagallo reazionario o di destra.

Cipolla è un fiero pappagallo partigiano e la sua salvezza è stata proprio quella di saper fischiare Bandiera Rossa.

La sua “umana”, come è di moda dire adesso, Michela Rizzuti di Firenze lo aveva perso, e disperata, aveva mobilitato giornali, Faceboook, vicini e amici: ritrovate il mio Cipolla!

Tra i segni distintivi di Cipolla c’era l’abitudine di fischiettare Bandiera Rossa.

E una signora, ci piace pensare di sinistra con nostalgie partigiane, ha riconosciuto nei gorgheggi di quel pappagallo appollaiato su un albero di fronte al suo balcone, il fiero e ramingo Cipolla.

Cipolla che, indomito, sprezzante del pericolo e incurante di tutti i corvi fascisti e dei piccioni conservatori che popolano Firenze, elevava il suo inno proletario nel cielo della toscana. Cipolla, che ci insegna che il sol dell’avvenire mica è chissà dove, può essere anche su un albero spelacchiato o nella gabbietta di casa, ma è di sicuro nell’amore tra una donna e il suo pappagallo.

Sono storie cortesi, graziose e delicate ogni tanto ad aiutarci a pensare e a reagire, in un mondo che va a rovescio. Dove le speranze sono pochine, è un pappagalletto dal ciuffo giallo e il cuore rosso a darci la voglia di lottare. È il rapporto d’affetto che lo lega alla sua amica, che non ha mollato, non ha ceduto, ha fatto di tutto per ritrovare quei tre o quattro etti di piume. È la storia tra due esseri così diversi ma legati dall’affetto e da quella canzoncina, che non perde nobiltà nemmeno se fischiettata da un pappagallo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!