Il salario minimo spaventa la Lega

La sinistra stavolta è compatta. Sono i Socialisti, i Comunisti e i Verdi del Ticino a dire che non molleranno sul salario minimo. E questo nonostante i patetici attacchi leghisti, che cercano di infinocchiare i ticinesi facendo loro credere che ne beneficeranno solo i frontalieri.