Marchesi canta l’Internazionale?

Di

Questa campagna elettorale si prevede spassosa, soprattutto perché ormai i social ci entrano pesantemente. Quello che alle ultime votazioni era un aspetto marginale, oggi è un imprescindibile tassello di quasi tutte le strategie politiche, sia dei partiti che dei singoli candidati.

Campagna spassosa perché molti credono che sulla Rete puoi far passare qualsiasi bambanata, tanto il pubblico è deficiente. Un bellissimo esempio è questa locandina dell’UDC:

Festa dei lavoratori ticinesi. Si, non ditelo. È come se i comunisti facessero la kermesse del felice capitalista. Infatti l’UDC coi lavoratori c’azzecca come un tonno col Viakal.

La locandina l’abbiamo trovata sulla pagina Facebook “Ticino Residenti” una pagina che cerca disperatamente di dichiararsi apolitica per turlupinare gli internauti (e onestamente non ci riesce neanche tanto bene). Una pagina gestita da due candidati UDC al Gran Consiglio.

A questi simpatici personaggi bisognerebbe spiegare che Salvini è unico. Lui è il solo che può dire tutto e il contrario di tutto e farsi votare lo stesso.

L’attuale campagna UDC tutta famiglie e lavoratori fa ridere anche le mummie inca di Nazca. Difendono le famiglie, poi però tagliano gli assegni di prima infanzia. Difendono i “residenti”e poi impresari come Siccardi, Bignasca e Pinoja assumono praticamente solo frontalieri. Insomma, non so voi, io sono curioso di vedere quanti lavoratori e operai si faranno fregare da queste balle targate UDC. Sono comunque sicuro che a fine festa vedremo Morisoli e Marchesi commossi sul palco a cantare l’Internazionale.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!