Cambiar nome alla me*da non la fa puzzare meno

Di

La caratteristica principale della cosiddetta “destra sovranista” è quella di dare in pasto al popolo soluzioni semplici a problemi complessi.
Le persone scappano dal loro paese a causa delle guerre, della globalizzazione, della fame?
CHIUDIAMO I PORTI e TAAAAAAC! 
Risolto.
Leggevo un post (perdonatemi, non ricordo di chi) che parlava proprio di questa cosa, qualche giorno fa, qui su Facebook, e mi sono trovato molto d’accordo.

Un’altra caratteristica peculiare della “destra sovranista” è che ha la capacità di sedersi dalla parte del torto anche quando sembra quasi impossibile riuscirci.
Principalmente perché, dando soluzioni semplici a problemi complessi, si preoccupa solo del “qui e ora”, non di quello che succederà domani e dopodomani.

Greta Thunberg solleva un movimento di opinione composto da centinaia di migliaia di ragazzi sul tema dell’ecologia?
Loro fanno la guerra a una sedicenne.
Rita Pavone la definisce “da film horror”, Maria Giovanna Maglie dice che, se non fosse stata asperger, l’avrebbe volentieri investita con la macchina.
E se la Thunberg cita gli studi del 99% degli scienziati climatologi al mondo, loro scovano quell’1% che non è d’accordo, che dice che, in realtà, usciamo da una “piccola glaciazione” e che il surriscaldamento globale è “normale”.
E non importa se, come dicevo, il 99% degli altri scienziati (Premi Nobel in testa) afferma tutt’altro, i sovranisti SCELGONO di credere all’1% che fa più comodo a loro.
Perché? Sempre in nome del “qui e ora”.
Perché continuare a inquinare senza problemi significa non dover spendere soldi in ricerca e energie rinnovabili, significa mantenere lo status quo, significa non dover immaginare una decrescita che, probabilmente, gli farebbe perdere voti. Tutto qui.
E sticazzi se, tra cent’anni, il pianeta non sarà più abitabile grazie alle loro scelte politiche, tanto non saranno qui a pagarne le conseguenze.

Un po’ come il discorso dei No Vax.
La totalità della comunità medica internazionale dice che serve una forte copertura vaccinale?
La destra sovranista liscia il pelo agli antivaccinisti, parlando di “libertà di scelta”.
Tanto quanti saranno gli immunodepressi? 
Sicuramente meno dei no vax. 
Sono voti medievali, ma sempre voti.

La destra sovranista non si fa problemi ad attaccare ragazzine, minoranze, donne.
Perché? Per via di quella brutta bestia che gli imbecilli istituzionali chiamano “buon senso”. 
Giulia Sarti, la parlamentare 5S che aveva ingiustamente accusato l’ex fidanzato di averle rubato dei soldi, si ritrova con delle foto di lei nuda online?
Feltri scrive che è colpa sua, perché se non si fosse fatta fotografare nuda, oggi quelle foto non sarebbero su internet.
Semplice no? 
No. 
Lei, a prescindere dalle colpe che può avere, in questo caso è la vittima.
Come era vittima Tiziana Cantone.
Ma la destra sovranista tifa sempre, immancabilmente, per il più forte, per l’aguzzino, mai per la vittima.
E se la vittima è donna “se l’è andata a cercare”. Sempre.
Aveva la minigonna troppo corta, era troppo scollata, camminava da sola di notte, era stata troppo “gentile” con qualcuno? 
Poi non deve lamentarsi se la stuprano.

La mente del “sovranista” funziona così.
Perché scrivo “sovranista”?
Perché “fascista” è passato di moda.
Significa esattamente la stessa cosa, lo sanno tutti, ma a loro, oggi, piace dire così.

Esatto, proprio come se cambiare nome alla merda la facesse puzzare di meno.

Emiliano Rubbi

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!