Gaszebo – gli eventi in Ticino dal 15 al 21 marzo

Di

“Da una lacrima sul viso ho capito molte cose. Dopo tanti, tanti mesi ora so cosa sono per te. Uno sguardo ed un sorriso m’ han svelato il tuo segreto, che sei stata innamorata di me ed ancora lo sei.” I versi di una canzone di Bobby Solo perché l’Elvis nato a Roma sarà protagonista di uno dei sette appuntamenti sette di questa nuova tornata di GASzebo. A voi che siete alla costante ricerca di un motivo per non piangere ma al contrario di riempire di allegria le vostre serate eccovi la nostra consueta selezione d’appuntamenti, sette proposte pensate per sfuggire al grigiume e al logorio della vita moderna. E se casomai vi avanzasse del tempo per scriverci o per proporci voi un concerto, un incontro o uno spettacolo teatrale fatelo a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 15 marzo 2019“LuganoMake Your Move | Urban Festival”

Va avanti fino a domenica la terza edizione del festival dedicato alla cultura “street” in programma al Palazzo dei Congressi di Lugano, luogo che incarna nuovamente un vero e proprio villaggio dedicato alla Street Dance. La cultura “street” raccontata da diverse angolature. Concorsi e contest, spettacoli, workshop, incontri, animazioni e tanto altro ancora. Un’occasione per conoscere meglio questo mondo e promuovere unire le scuole di danza presenti sul territorio. Inoltre, per il terzo anno consecutivo, Hip Hop International Switzerland torna a Lugano. Un concorso che richiama crew da tutta la Svizzera per una gara all’insegna dell’Hip Hop.

www.luganoeventi.ch

Sabato 16 marzo 2019 “XXII Festival di cultura e musica jazz di Chiasso”

In occasione del Festival di cultura e musica jazz di quest’anno, a Chiasso, non poteva di certo mancare il trio, formazione principe del jazz moderno, nella residenza che vede protagonista di primo piano il pianista Fred Hersch. Una formazione inedita con musicisti che frequenta regolarmente da molti anni, sembra un paradosso, ma in effetti è la prima volta che i tre si ritrovano sullo stesso palco. Con Drew Gress e Joey Baron, con il quale suona da sempre, basti pensare che il suo esordio discografico lo vedeva in trio con Charlie Haden e, appunto, il batterista di Richmond. Due grandi artisti che si sono alternati più volte al fianco di Hersch. Una prima assoluta che non può essere un’incognita, anzi, è una certezza assoluta. Al Cinema Teatro di Chiasso, alle 20.45.

www.centroculturalechiasso.ch

Domenica 17 marzo 2019“Dieci al Teatro Il Cortile”

Dieci come i comandamenti, i racconti colgono situazioni di vita che formano un quadro agghiacciante della Napoli d’oggi: da angolazioni tutte diverse disegnano una mappa del dolore, della violenza, delle assurde condizioni in cui una metropoli vive al limite dell’intollerabile. “Dieci” è la racconta di racconti di Andrej Longo con Napoli e i dieci comandamenti sullo sfondo portata in scena da Emanuele Santoro e Roberto Albin. Vita vera, vita vissuta al centro di un racconto serrato e impietoso che esplora i vicoli bui dell’animo umano e della città partenopea che non è per forza solo quella della serie televisiva “Gomorra”. Alle 17, in pomeridiana, al Teatro il Cortile di Viganello.

www.ilcortile.ch

Lunedì 18 marzo 2019“Concerto e parole degli anni ’60 con Bobby Solo”

Bobby Solo è l’icona di un’epoca che ha lasciato tracce profonde nella nostra cultura e nella società. Gli anni ’60 sono quelli a cui è legato il boom economico, la conquista della luna, la guerra in Vietnam, Woodstock e Elvis, ma anche la Beat Generation. La canzone italiana ma anche brani della tradizione rock-blues e country americana, per una serata di musica e di dialogo al quale parteciperà anche la scrittrice Marta Morazzoni. Una serata incentrata sulla cultura di quel momento storico indimenticabile per l’Europa e il Mondo, in programma alle 20.00 all’Auditorio Stelio Molo della RSI a Lugano Besso.

www.rsi.ch/rete-due

Martedì 19 marzo 2019 “Il fondo del sacco a Cevio”

“Il fondo del sacco” è una lettura scenica di Margherita Saltamacchia che ne ha curato la riduzione, l’adattamento e la regia in costante dialogo con la fisarmonica e le percussioni di Daniele Dell’Agnola. Ponendosi al servizio del testo di Plinio Martini, senza alcun elemento scenico se non il libro stesso, Margherita Saltamacchia presta la sua voce al romanzo più letto dai ticinesi. Una storia scritta per vuotare il sacco dalle fatiche di una vita. Prodotto dal Teatro Sociale Bellinzona, lo spettacolo è proposto, in questo giorno di Festa del papà, a Cevio. In prima assoluta, alle 20.15, presso la sede della Associazione Silarte.

www.teatrosociale.ch

Mercoledì 20 marzo 2019 “6zig Italian Edition al Sociale”

Da oltre trent’anni Massimo Rocchi gira con i suoi spettacoli per l’Italia, la Francia, la Germania, e la Svizzera. Raccogliendo premi un po’ ovunque e perfino una laurea honoris causa dell’Università di Friburgo. In Ticino invece ci torna per festeggiare un compleanno speciale, i suoi primi 60 anni. E ci offre “6zig Italian Edition”, un lavoro che unisce elementi nuovi, creati per l’occasione, e i piatti forti sfornati dalla cucina ormai diventata classica di Massimo. Fra pantomima e acrobazie linguistiche , il comico smaschera i doppi sensi che abitano la vita, le religioni e l’universo intero, in un continuo susseguirsi di battute. Alle 20.45, al Teatro Sociale di Bellinzona.

www.teatrosociale.ch

Giovedì 21 marzo 2019 “Être une femme al Liceo di Savosa”

I temi che Fatou Diome affronta nei suoi libri sono l’emigrazione, le migrazioni, le relazioni tra Francia e il continente africano, la vita delle donne. La scrittrice franco-senegalese nasce nel 1968 sull’isola di Niodior, dove cresce con i nonni materni. A sei anni scopre, di nascosto, la scuola e la lingua d’oltralpe, una passione questa che dura tutt’ora. Durante gli studi a Dakar incontra un francese che sposa e con cui si trasferisce a Strasburgo. Ma presto si ritrova da sola, costretta a lavorare come bambinaia e donna delle pulizie per poter terminare gli studi accademici e finalmente dedicarsi davvero alla scrittura. Fatou Diome sarà a Savosa, al Liceo di Lugano 2, alle 20.30.

www.auxartsetc.ch/aux-arts-etc

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!