Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 22 al 28 Marzo

Di

“Said, mite Said, hai attraversato il mondo per pitturarmi casa. Poi, per i nostri figli, molti altri e altre da Cile e Perù, Ucraina, Romania, Costa d’Avorio, Filippine e Sri Lanka. (Invece Tata mia, mia vice-madre, era di Primavalle, che è ancora più lontana del Bengala). Voci di sradicati dentro casa: mezzo mondo in cucina…” Non una canzone ma quasi. Questi sono i versi del poeta ospite di un incontro pubblico in programma a Lugano. Al Liceo 1 di Lugano. Solo uno dei sette appuntamenti sette di questa nuova informata di GASzebo. A voi che siete alla costante ricerca di un motivo per gioire della vita e festeggiare il ritorno lieto della primavera eccovi la nostra consueta selezione d’appuntamenti, sette proposte pensate per far fiorire in voli la gioia e l’allegria, magari proprio sul filo della poesia. E se casomai vi avanzasse qualche rima o anche solo per scriverci o per proporci voi un concerto, un incontro o uno spettacolo teatrale fatelo a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 22 marzo 2019 “Dentro la storia, fuori dalla storia con Vittorio Magrelli”

Alle 18.00, al Liceo Cantonale Lugano 1, per il ciclo “Gli immediati dintorni” sarà ospite di un incontro aperto a tutti il poeta Valerio Magrelli. Un incontro durante il quale Massimo Gezzi dialogherà con il professore ordinario di Letteratura francese, poeta, saggista e traduttore. Valerio Magrelli ha inoltre diretto la serie trilingue “Scrittori tradotti da scrittori” dell’Einaudi, ricevendo il Premio Nazionale per la Traduzione 1996. Nel 2002 l’Accademia Nazionale dei Lincei gli ha attribuito il Premio Feltrinelli per la poesia italiana. Le sue ultime pubblicazioni sono “Le cavie”. “Poesie 1980-2018” (Einaudi, 2018), libro che comprende tutte le sue poesie, e “Il commissario Magrelli” (Einaudi, 2018). Per un assaggio dei suoi versi basta salire di qualche riga… e via! A tutta poesia!

www.liceolugano.ch

Sabato 23 marzo 2019 “Maratona del Teatro Amatoriale della Svizzera Italiana”

Chi non ha mai sognato, in cuor suo, di salire su di un palco per dire, fare, baciare, lettera o testamento? Chi? Se c’è qualcuno, faccia un passo avanti! Ecco. Quindi questa è la maratona che fa al caso vostro. Di chi il teatro lo fa per amore. Una rassegna, in programma al Teatro di Locarno, nel corso della quale compagnie e attori amatoriali della nostra regione avranno la possibilità di presentarsi al pubblico e, sull’arco di tre giorni, mostrare quanto offre l’arte della recitazione al di fuori del non sempre edificante teatrino della politica ticinese. Fra gli altri, alle 17.45, anche lo spettacolo “L’hotel dei Due Mondi”, di Eric Emmanuel Schmitt, per la regia di Gerry Mottis.

www.maratona-teatrale-si.ch

Domenica 24 marzo 2019 “Il cane, la notte e il coltello alla Cambusa”

Alle 17.00 a Locarno, va in scena la produzione più recente di Cambusateatro: “Il cane, la notte e il coltello”. Una storia che ripercorre un incubo. Il protagonista si trova a mezzanotte, senza sapere come, sulla strada di un paesino con un leggero malore allo stomaco probabilmente dovuto alle ostriche. Mentre si sta chiedendo come mai è lì e come ci sia arrivato incontra un uomo che cerca il suo cane, dopo poco però l’uomo cercherà di sbranarlo. Senza alcuna spiegazione. Proprio come in un sogno. Ma ecco che sempre seguendo una logica puramente onirica il protagonista ucciderà il mostro con un coltello spuntato dal nulla, mentre il moribondo lo maledice, in una lunga scena di morte palesemente grottesca. Ma questo è solo una piccola parte di un percorso onirico in cui il protagonista si troverà a fuggire anche da un gruppo di abitanti cannibali molto affamati. Una fuga nel corso della quale incontrerà una ragazza e l’amore. Giusto per non farci mancare proprio nulla.

www.cambusateatro.com

Lunedì 25 marzo 2019 “Serata pubblica alla scoperta dei Gilet gialli all’USI”

Il sociologo francese Michel Wieviorka stilerà un bilancio politico e culturale dei primi quattro mesi di vita dei Gilet Gialli, che hanno portato nuova inventiva nel repertorio della mobilizzazione e rimesso in questione la verticalità del potere in Francia. La conferenza, rigorosamente in francese, proverà a stilare un primo bilancio politico e culturale di questa esperienza. C’è stato un incontro reale tra il potere e i Gilet gialli, oppure si tratta di due processi che evolvono nella direzione di un dialogo tra sordi? Una delle molte domande alle quali il presidente della Fondazione Maison des Sciences de l’Homme e direttore di ricerca presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi proverà a dare una risposta. Alle 18.30 nell’aula A31 dell’USI di Lugano.

www.usi.ch

Martedì 26 marzo 2019 “Coaching at first sight alla Spazio 1929”

Un tempo esisteva solo l’angelo custode, poi è arrivato il personal trainer e infine da qualche tempo a questa parte ecco arrivare il coach. E, la sua, è una tra le figure di oggi davvero di gran moda. Quindi la prima domanda è: mai pensato alla possibilità di un coaching? No? La seconda: non vi andrebbe di sapere di che cosa si parla quando si parla di sta roba? Beh, se questo preambolo vi ha incuriositi, il consiglio è di non perdervi l’incontro informativo in programma allo Spazio 1929 alle 19.30. Se siete scettici, curiosi o alla disperata ricerca di un coach e volete (come le scarpe) provarne alcuni sull’arco di una serata e magari trovare quello adatto alle vostre personali esigenze il tempo per decidere si davvero esaurendo… tic, tac, tic, tac, tic… è giunto il tempo delle decisioni. Coach o non coach? Ecco. Mi sa che per rispondere un coach potrebbe esservi d’aiuto.

www.danceinyouressence.com

Mercoledì 27 marzo 2019 “Il clima cambia anche in Ticino a Orselina”

Non ci sono balle che tengano, già ora si possono misurare cambiamenti significativi del clima in tutto il mondo. Ma cosa accadrà in futuro? Quale sarà l’impatto sugli ecosistemi e l’ambiente in cui viviamo? Riusciremo a rimboccarci le maniche e a evitare il peggio? In altre parole, c’è rimedio o ci dobbiamo rassegnare? Come possiamo agire concretamente a questi e ai nuovi eventi climatici che si profilano all’orizzonte? Guido Della Bruna ci aspetta alla sala comunale di Orselina, pronto a raccontarci – dal suo prezioso punto di vista – il cambiamento climatico in atto e a rispondere a tutte le nostre domande. Alle 20.30.

www.pro-orselina.ch

Giovedì 28 marzo 2019 “Io, trafficante di uomini al Sociale”

Al Teatro Sociale, alle 20.45. Per il ciclo Narrazioni, a Bellinzona, va in scena una performance liberamente tratta dal libro “Confessioni di un trafficante di uomini” (Ed. Chiarelettere), già tradotto e pubblicato in molti paesi, che ha ricevuto l’attenzione delle principali testate giornalistiche del mondo. Da tutto questo nasce così uno spettacolo di narrazione che vede protagonisti uno dei due autori del libro, Giampaolo Musumeci (giornalista, fotografo e videoreporter, specializzato in conflitti, immigrazione e questioni africane) e l’attrice Margherita Saltamacchia. Un lungo e coraggioso viaggio durato più di tre anni, che svela per la prima volta ciò che rimane nascosto nei pensieri dei diabolici attori di questo grande teatro mondiale.

www.teatrosociale.ch

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!