Gaszebo – Gli eventi in Ticino dal 29 Marzo al 4 Aprile

Pubblicità

Di

“Primavera non bussa, lei entra sicura come il fumo lei penetra in ogni fessura. Ha le labbra di carne, i capelli di grano, che paura, che voglia che ti prenda per mano. Che paura, che voglia che ti porti lontano.” Sono le parole di un poeta, versi di una delle canzoni più belle di Fabrizio De André. Un omaggio alla primavera. Alla bellezza. Alla vita che inevitabilmente torna a germogliare con l’arrivo della bella stagione e l’allungarsi delle giornate. Ecco perché una mappa, con la quale orientarsi nella selva di proposte culturali e non di questo periodo, risulta più utile che mai. La nostra si chiama GASzebo. Sette proposte, sette suggerimenti per far sbocciare senza timore la bellezza e la sensualità della primavera, magari proprio sul filo di una canzone. E se casomai vi venisse la voglia di scriverci e di proporci una mostra, un concerto, un incontro o uno spettacolo teatrale fatelo a gentecheaccende@gmail.com!

Venerdì 29 marzo 2019 “Einstein & Me al Teatro Sociale”

Mileva ha 21 anni ed è seduta tra i banchi dell’aula di fisica del Politecnico di Zurigo. È il 1896 e il mondo sta cambiando. La fisica Mileva è desiderosa di far parte di questa rivoluzione, vuole dimostrare a sé stessa che una donna può realizzare i propri sogni. Sta vivendo la sua estate più bella. Un compagno di corso è estasiato da lei, un ragazzo spettinato, spocchioso e perdigiorno, Albert Einstein. Dopo mesi di corteggiamento Mileva cede. Nella sua vita però arriverà l’autunno a cui farà seguito anche l’inverno, con i due figli da mantenere e l’esplosione di Einstein come scienziato, strada che a lei sarà preclusa. La nuova primavera e la sua nuova estate arrivano con l’attrice Gabriella Greison. Essendo lei stessa fisica, si è messa nei panni di Mileva Maric, scienziata, prima moglie di Einstein e madre dei suoi figli, e con la mentalità di una donna moderna, ha tracciato una nuova strada per capire e conoscere Einstein, la relatività, la loro vita insieme, gli studi e come Einstein è diventato Einstein. Alle 20.45 al Teatro Sociale di Bellinzona.

www.teatrosociale.ch

Sabato 30 marzo 2019 “L’Estremo Oriente al Manno Film Mondo”

È interamente dedicata all’Indocina, anche la seconda delle due giornate dell’edizione 2019 in programma alla Sala Aragonite di Manno. Una rassegna che, com’è accaduto negli anni passati, attraverso pellicole cinematografiche, mostre, danze, animazioni e l’immancabile possibilità di assaggiarne i piatti ci porterà ad immergerci e a scoprire una regione del mondo ricca di storia e di tradizioni. Una grande festa, con molti ospiti e, alle 20.30, la possibilità di vedere proiettato sul grande schermo la pellicola “La giungla misteriosa”, film muto del 1927, con sonorizzazione live nientemeno che degli Yo Yo Mundi.

www.manno.ch

Domenica 31 marzo 2019 La lezione di Ionesco debutta al Foce”

Una studentessa, un professore, la sua governante. La studentessa si presenta alla casa di uno stimato professore per ricevere alcune ripetizioni al fine di conseguire il “dottorato totale”. Tra allieva e professore s’instaura fin da subito un rapporto amichevole, con un continuo scambio di gentilezze e smancerie, accompagnato da lodi reciproche. Poi inizia l’interrogazione: il professore pone alla ragazza domande di una banalità disarmante, rimanendo esterrefatto nel constatare come lei sappia dare una risposta a tali quesiti. Quando però l’allieva inizia a incontrare delle difficoltà, la situazione muta e l’animo dell’insegnante comincia a scaldarsi. È “La Lezione” il dramma farsesco scritto da Ionesco che vede in scena Emanuele Santoro, Roberto Albin e Mara Crisci. Alle 18.00 al Teatro Foce di Lugano.

www.ilcortile.ch

Lunedì 1 aprile 2019 “MoonMot in concerto”

È un sestetto formato da musicisti svizzeri e inglesi il collettivo MoonMot. Due le figure in prima linea, due donne. Due sassofoniste londinesi. Cath Roberts e Dee Byrne. Vicino a loro il trombonista svizzero Simon Petermann. La sezione ritmica si compone invece di Oli Kuste alle tastiere, da Berna, dal bassista scozzese Seth Bennett e dal batterista Johnny Hunter che è originario di Manchester. Un bel mix di ingredienti che rendono la ricetta dei MoonMoot davvero appetitosa e unica.Composizione e improvvisazione, acustica ed elettronica, tempi composti e semplici fanno sì che la loro musica abbracci la tradizione del jazz, come anche evoluzioni più avanguardistiche di altri stili musicali. Un concerto che unisce gli opposti in programma alle ore 20.00 allo Studio Foce di Lugano.

www.moonmot.com

Martedì 2 aprile 2019 “Dentro la musica Claude Hauri”

Perché ci piace la musica? Come fa ad agire in noi in modo tanto profondo? Come arriva un compositore a “pensare”, a progettare la sua musica? Quali sono i tratti distintivi di un’epoca, di uno stile, di un’opera, di un’interpretazione come quella del periodo barocco? Come si fa a riconoscerne e apprezzarne le differenze e le particolarità? A queste e ad altre domande prova a rispondere il ciclo d’incontri intitolato “Dentro la musica”. Gli appuntamenti, informali e accompagnati da un rinfresco, sono condotti dal direttore artistico di Musica nel Mendrisiotto, Claude Hauri, che ci porta alla scoperta del magico mondo della musica. A partire dalle 13.40 sarà possibile accedere alla Sala Musica nel Mendrisiotto presso il Museo d’arte di Mendrisio dove verranno offerti caffè e biscotti.

www.musicanelmendrisiotto.com

Mercoledì 3 aprile 2019 “Mercalibro a Bellinzona”

Come ogni primo mercoledì del mese, dalle 11.00 alle 18.00, Piazza Giuseppe Buffi (ex Piazza Magoria) si anima di bancarelle con il suo ormai tradizionale mercato del libro usato. A prezzi davvero per ogni portafogli potrete trovare libri usati e di seconda mano, fumetti, riviste, stampe, figurine, vecchi dischi in vinile, CD, cartoline e chissà quali altri piccoli tesori. Perché ci vuole davvero poco per ridare una seconda vita e una nuova chance ai libri – ma non solo – e alle storie in essa contenuti. Per la gioia dei maniaci del vintage e di tutti gli amanti della lettura a caccia di chicche editoriali.

www.ondemedia.com

Giovedì 4 aprile 2019 “Il maschio inutile a Locarno”

La Banda Osiris con Federico Taddia e Telmo Pievani si lanciano in un’analisi tanto esilarante quanto spietata della condizione maschile contemporanea. Quattro uomini decidono per la prima volta di costituire un gruppo di auto-aiuto. Con il contributo di un narratore di storie e di uno scienziato dell’evoluzione attraversano i gironi infernali della mascolinità. Una terapia d’urto attraverso la quale scoprono che i loro cromosomi stanno invecchiando, che il corpo maschile è pieno di parti inutili, che per non fare la pipì fuori dal vaso hanno bisogno di una mosca finta dipinta nell’orinatoio e che in natura c’è veramente di tutto: eterosessualità, omosessualità, bisessualità, transessualità. Ecco allora che emerge la domanda fatidica: perché nonostante tutto i maschi sopravvivono? Tra parodie, cantate pop rock e d’operetta, improbabili lezioni di anatomia, testimonianze scientifiche e talk show. Alle 20.30 al Teatro di Locarno.

www.teatrodilocarno.ch

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!