L’Ordine dei medici è di Franco Denti ?

Pubblicità

Di

Della pubblicità pagata dall’Ordine dei Medici sul Mattino della Domenica, che sosteneva il presidente Franco Denti (ex PPD, ex Verdi e ora UDC) avevamo già parlato (leggi qui). Ci domandavamo quanti soci dell’Ordine fossero d’accordo con la spesa, pagata con le loro quote, per sostenere il loro presidente. Ma la polemica non si arresta qui, i dottori Klaue e Bardelli, dei Verdi, si lamentano per essere stati ignorati nell’inserzione, che pubblicizza solo Denti e altri quattro medici.

“Medici di Serie B? No, non sono stati spulciati tutti i candidati e dunque l’Ordine dei Medici non sapeva che in lizza c’erano anche Bardelli e Klaue, per i Verdi.”

Così ha scritto in una nota di “scuse” Franco Denti.

Con smagliante faccia di tolla, Denti parla di “dimenticanza”. Che i due colleghi Bardelli e Klaue appartenessero allo stesso partito in cui militava Denti fino a poco tempo fa, sono dettagli, figuratevi se gli veniva in mente, mica poteva spulciarsi tutti i 700 e rotti candidati, no?

Un’altra polemica, che fa decisamente aggrottare la fronte, è invece lo stipendio che riceve Denti per esercitare il suo ruolo di presidente dell’ordine: 340’000 franchi annui (240’000 + 100’000 di indennità). Se si pensa che un Consigliere di Stato è intorno ai 250’000, i dubbi sono pertinenti, e soprattutto: chi ha deciso lo stipendio di Denti, che è ormai al quarto mandato e che è aumentato di quasi sei volte rispetto al suo predecessore Aldo Klainguti? Chi ha deciso di aumentare a dismisura l’emolumento, e su proposta di chi? L’aumento è stato votato e approvato da un’assemblea? Sono d’accordo i medici dell’Ordine, non solo sullo stipendio di Denti, ma anche che quest’ultimo si faccia pubblicità sul Mattino con soldi supplementari che escono dalle loro saccocce?

Insomma, sembra che l’Ordine alla fine sia una specie di feudo da cui Denti tetta allegramente e che usa a suo piacimento. Non un bel biglietto da visita per tutti i medici ticinesi.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!