Parliamone, ma poi lavoriamo.

Di

Volete parlarne? Dai, parliamone. Se vi fa sentire meglio ne parliamo. Nelle prossime 24 ore parliamo dei giovani lavativi che non hanno voglia di andare a scuola, portano vestiti di marca, prendono l’aereo per andare un fine settimana a Parigi, a manifestare vanno con lo scooter, a scuola li porta la mamma col SUV. Per i loro cartelloni hanno usato bombolette spray, e anche il cartone sicuramente non era tutto FSC. Le cartacce le buttano a terra, il sabato non vanno a pulire i boschi, e il pet ogni tanto lo buttano nel cestino. Fumano canne e bevono alcool, schiamazzano, ascoltano musica indecente. PARLIAMONE, SUL SERIO! Non vi bastano 24 ore? Ok, facciamo 48. Due giorni di critica libera. Due giorni per buttare fuori pregiudizi, rabbia, frustrazione.
Poi però tutti quanti, seriamente, ci mettiamo a lavorare per la svolta climatica. I prossimi 11 anni saranno decisivi per evitare la catastrofe. Che piaccia o meno, non hanno fallito i giovani che manifestano perché il loro futuro sia vivibile almeno quanto il nostro presente. Hanno fallito coloro i quali negli ultimi 30 anni hanno fatto poco se non nulla, ha fallito chi ancora oggi non comprende la portata del problema. Ha fallito il sistema, la politica, l’economia. Abbiamo fallito noi, e ci restano pochi anni per evitare il peggio: diamoci da fare! #FridaysForFuture #stopclimatechange #questaèlora

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!