Quadri, un giorno sarai vecchio

Pubblicità

Di

Su una cosa siamo d’accordo con Quadri, la mamma dei cretini è sempre incinta, ma anche la mamma degli idrofobi non scherza. Soprattutto di quelli che sfruttano come avvoltoi un qualsiasi atto di cronaca anche minimo per partire lancia in resta contro l’avversario politico.

Avversario che diventa automaticamente un farabutto vandalo, anche senza prove. I fatti: un candidato leghista, Stefano Tonini, si vede rompere il vetro posteriore dell’auto, sul quale era affissa la sua pubblicità elettorale. Nessuno sa chi l’abbia rotto, se è un incidente o un atto vandalico o una vendetta personale. Solo Quadri, il caporedattore del livoroso Mattino, se ne esce con le sue certezze da bettola, quelle per cui una volta attaccavi la gente al primo albero e poi andavi a berti una birra con gli amici.

“Proprio vero che la mamma dei cretini è sempre incinta. L’autore di questo atto vandalico è forse qualche esponente della $inistra partito dell’odio? Inutile dire che se a venire vandalizzata fosse stata l’auto di un compagno, i soliti moralisti a senso unico starebbero già strillando come aquile. Ma visto che si tratta della macchina di un leghista…”

Quadri sembra uno di quei vecchietti incarogniti dalla vita, quelli che stanno sempre alla finestra a guardare dietro la tendina cosa fanno i vicini, quelli che chiudono la porta di notte a tripla mandata, che criticano tutto e tutti e che chiamano la polizia se i bambini del palazzo di fronte schiamazzano un po’ più del dovuto. Partito dell’odio? Madonna santa, quanta tristezza in queste sue frasi contorte e sempre uguali a se stesse, in queste parole che sembrano il continuo ringhio di un vecchio cane.

Noi non sappianmo chi ha rotto il vetro a Tonini, ma accusare la controparte politica di vandalismo è veramente ignobile. Mi sento di garantire che né Marina Carobbio né Igor Righini hanno seminato odio contro Tonini né gli hanno sfondato il vetro a mazzate. Non possiamo dire lo stesso invece, dell’astio Mattiniero sparso settimanalmente in questo povero Ticino.

A Quadri resta la sua solitudine, perché lui sa benissimo che anche se i suoi sghignazzano quando leggono i suoi articoli, si dissociano sempre quando un cronista chiede loro conto. Allora di colpo il Mattino non è l’organo del partito, Lorenzo Quadri diventa l’anonimo “caporedattore del Mattino” e i mammasantissima chiariscono subito che il pensiero livoroso del Mattino non è il loro.

Sei in mezzo a loro, Lorenzo, ma sei solo. Gli sei utile ma ti ridono alle spalle. C’è un termine che una volta si usava per chi credeva di essere alleato dei sovietici e ne veniva invece manipolato: l’utile idiota. Tu non sei solo incazzato e ferito dalla vita, sei anche quello che tutti salutano ma non vorrebbero avere tra le palle, quello che spesso li imbarazza, soprattutto ora che la Lega è saldamente piazzata in governo e in parlamento mentre tu parli di governicchio e parlamenticchio.

Tu sei votato, sei a Berna a scaldare la sedia profumatamente pagato, ma sei solo e lo sai. Anche perché sei incapace di empatia, di relazioni, sei incapace di costruire e sai solo distruggere. E un giorno, ti sveglierai e ti accorgerai di essere davvero diventato quel vecchietto imbastardito e iracondo, pieno di paranoie e fobie, solo nel tuo appartamento, dietro la tendina a sperare che qualcuno ti faccia incazzare ancora una volta per farti sentire vivo.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!