Un algoritmo decide chi licenziare

Pubblicità

Di

Sfruttamento bieco del lavoro, regimi che fanno sembrare il Grande Fratello una favola per bambini, persone costrette a evitare pause per il bagno per non perdere quota lavoro. La moderna vergogna di Amazon.

Sono centinaia i dipendenti licenziati, in uno stabilimento di Baltimora, sbattuti fuori a calci per merito di un algoritmo. Siamo a livelli di disumanità arida e vergognosa, dove non è un capo reparto livoroso a farti le scarpe, ma un programma computerizzato che decide quanto sei produttivo, e se scendi sotto una certa quota ti segnala ai boia preposti.

300 persone in poco più di un anno sono state licenziate per inefficienza. Questo in un posto di lavoro dove anche andare al gabinetto viene visto male, perché si “ruba” tempo all’azienda.

È il sito tecnologico Vierge a darne notizia, pubblicando la lettera di un contenzioso tra l’azienda e un dipendente a opera di un avvocato di Amazon, dove si ammette la cosa.

Un documento che racconta come il processo di controllo in tempo reale della produttività dei dipendenti generi automaticamente eventuali avvisi o risoluzioni riguardanti la qualità o la produttività dei lavoratori.

Un arido sistema basato sul guadagno puro e che non richiede nemmeno l’ausilio di un supervisore.

Milioni di pacchi e di prodotti, il tutto ottimalizzato al millimetro e al centesimo, e un sistema informatico che inquadra i dipendenti in questo sistema malato. Tutto viene controllato: i numeri di produzione che i dipendenti fanno, le loro pause, le uscite alla toilette. Questo sistema paranoide finisce per dettare il ritmo ai dipendenti, che cercano di lavorare più velocemente, non vanno in pausa o al bagno per paura di perdere produttività.

La cifra di 300 dipendenti ammonta a più del 10% del totale dei lavoratori di Baltimora, che sono 2’500. Un sistema che, anche se non informatizzato, era similare presso la Gucci di Sant’Antonino, una delle belle ditte di Christian Vitta, quelle della Fashion valley.

Amazon stessa ha dichiarato che il numero dei licenziamenti è diminuito in questi due anni, perché i dipendenti hanno “imparato “ (come ciuchini obbedienti) a rispettare gli standard dell’azienda.

Un sistema mostruoso e vergognoso che ricorda la schiavitù di un tempo, un apparato disumano che nessuno stato civile dovrebbe tollerare. Ricordatevelo quando comprate da Amazon.

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!