Una pornostar per l’estrema destra

Pubblicità

Di

Ormai candidare una pornostar non è più una novità, Dopo i radicali italiani che scandalizzarono il parlamento con Ilona Staller, icona maschile di piacere e Bignasca che replicò in Ticino con Sandy Balestra, la presenza trasgressiva di chi fa mercimonio del proprio corpo non fa più notizia.

È infatti più pornografico parteggiare per il PNOS*, un partitello elvetico di estrema destra, con nel logo la croce svizzera e una mazza ferrata, che raccoglie le frattaglie revisioniste, filofasciste e complottiste della galassia destroide. Ed è appunto il caso di Jasmine Maeder, in arte Cleopatra, che una decina d’anni fa, quando era diciottenne, aveva girato dei film porno che avevano anche avuto un discreto successo.

Tra gli esponenti più noti del PNOS vi è il presidente della sezione Svizzera occidentale Philippe Brennenstuhl, condannato nel 2002 per degli scritti ritenuti razzisti e revisionisti. Al suo attivo altre pubblicazioni come: “Las vizzera tradita- la nostra costituzione federale manipolata”; “1° agosto 2006 sul Grütli- la tradizione” e “ la Svizzera tradita dal totalitarismo giuridico”. Per non parlare del noto Bernhard Shaub, ex insegnante bernese e ideologo dell’estrema destra neonazista tedesca, che fu tra i creatori del programma del partito. (Leggi qui)

Il PNOS nel 2018 aveva anche partecipato con una sua delegazione a un raduno del Ku Klux Klan a Burns (nome evocativo) nel Tennessee. Il PNOS ha comunque voluto fare dei distinguo, a nome del suo presidente, Dominic Lüthard, che ha spiegato la sua presenza al raduno: “ Ci permetterà di capire come sono organizzati altri partiti nazionalisti. Noi siamo interessati al nazionalismo, non alla schiavitù o al “potere bianco”. Siamo tutti più rassicurati ora.

La piccola Jasmine, che ha donato il suo corpo per un filmino hard che oggi rinnega come poco influente, sarà candidata per il PNOS al Consiglio Nazionale. Oddio, non che il PNOS tolga il sonno alla sinistra. Un’accozzaglia squinternata che raccoglie qualche pugno di voti qua e la e che è imbarazzante anche per le madri dei suoi militanti, non preoccupa granché.

Ciò che ci fa sorridere, è che tra le linee guida del PNOS, che non disdegna di usare come immagine il bel faccino della Maeder, c’è la tutela dei minorenni dei dannosi influssi della pornografia. Chi siamo però noi peccatori per giudicare? Non fu la stessa Maddalena, una prostituta, a essere tra le più fedeli seguaci del Cristo?

Peccato che non si sappia molto delle idee politiche di Jasmine, che per adesso si limita a metterci solo la faccia e anche il resto, a dimostrazione che neanche i bacchettoni del PNOS, quando c’è da raccattare voti, si facciano molti scrupoli.

La Maeder, oltre a non esprimere grandi idee, diserta anche gli incontri con i media, insomma, una bella statuina che rende ridicolo tutto l’apparato del partito, sempre che abbia un apparato. D’altra parte, la nostra amica è presidente della sezione zurighese e come scrive TIO:

“Da quando, nel marzo del 2017, è alla guida della sezione cantonale zurighese, Maeder è diventata il volto del partito. Agli eventi posa regolarmente con altri esponenti della formazione e alcune sue foto sono commentate sui social con degli “88” (che sta per “Heil Hitler”) e degli 848 (“Heil dir Helvetia”, “Salute a te, Helvetia”), due forme di saluto tipiche dell’estrema destra (“88” perché la “H” è l’ottava lettera dell’alfabeto: “HH”; “D” di “dir” è la quarta).”

Ma che bella gente, che simpatici. Il porno rovina i giovani ma la svastica no. Siamo commossi, e nel dubbio vi teniamo d’occhio, non sia mai che vi allontaniate senza volerlo dalla retta via.

* PNOS: Partito dei nazionalisti svizzeri, in tedesco: Partei National Orientierter Schweizer

Pubblicità

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

NO,GRAZIE!