Cara Masoni, adesso basta sgravi!

Di

Marina Masoni non demorde. È impressionante la sua ostinazione e va rispettata. Perché una persona così cocciuta va ammirata per la pervicacia caprina con cui porta avanti le sue idee, anche se sono della baggianate stellari.

In Ticino abbiamo appena approvato sgravi fiscali per le aziende. Stessa cosa a livello federale qualche giorno fa, ma a lei non basta mai. Come un Pantagruel economico, la Masoni non è mai sazia di sgravi e ora torna alla carica per la sua Fashion Valley.

“Il riformismo fiscale è fermo al palo da troppi anni. Il pacchetto fiscale approvato in votazione popolare cantonale qualche tempo fa è stato un piccolo passo, necessario ma non sufficiente. Occorre quanto prima avviare la riduzione dell’aliquota dell’imposta sugli utili delle persone giuridiche: l’obiettivo minimo è il 6%. Non dovessimo raggiungerlo, tutto sarebbe più difficile e complicato. Ne va degli interessi dell’intera nostra comunità, dei servizi e delle prestazioni che lo Stato e la società civile possono offrire sul territorio”

Ha dichiarato Marina in un discorso al LAC. La Masoni, che ora è anche presidente di Ticino Moda, si ostina disperatamente a percorrere la sua strada, che sembra il sentiero dorato del Mago di OZ, dove per magia continui sgravi risolleveranno il sedere dei ticinesi dalla pozza di fango in cui lei ha contribuito a farli cadere.

È utile forse ricordare, che il buco perenne nelle finanze degli anni scorsi era proprio figlio di quelle politiche masoniane di sgravi a pioggia alle aziende, sgravi portati avanti con crudele ostinazione dalla stessa Masoni quando era consigliera di Stato. E anche il crollo di Kering è soltanto l’esempio di cosa succede se quelle politiche, come sta facendo Christian Vitta da anni, si mantengono in quel solco assurdo. Sgravi continui, aziende che portano milioni di gettito frodando il fisco nel Paese d’origine, che creano posti di lavoro quasi interamente tra frontalieri, strutture slegate dal territorio, che non creano nessuna sinergia né beneficio per il tessuto economico locale.

Questo è il mondo che vuole Masoni grazie agli sgravi. Un mondo dove sembrerebbe non esserci posto per il ticinese comune, ma solo per orde di frontalieri sottopagati o per capitani d’impresa straricchi come lei e la sua famiglia.

Un assunto vale sempre: diffidate dai miliardari che vi dicono come diventare ricchi anche voi, 99 volte su 100 è una truffa. Perché straricchi non si diventa senza fregare in qualche modo gli altri. Questo è l’unico vero dogma che conosciamo dai tempi di Gesù.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!