Cari ragazzi che protestate per il clima

Di

Siete la garanzia per un futuro migliore per il nostro pianeta, ma non dovete commettere errori altrimenti il vostro movimento finirà in nulla. E alcuni errori li avete già commessi come nello sciopero del 24 quando avete chiesto alle banche di non più investire nelle energie fossili.

È un errore per due motivi: il primo è che il tema sembra avere una forte ispirazione popolare-marxista (perlomeno nei discorsi); il secondo è che la vostra rivendicazione non ha un grande fondamento perché molti istituti bancari hanno già iniziato da alcuni anni a investire nelle green economy. Ma soprattutto le banche, essendo società private, non si possono influenzate con discorsi vaghi. Discorsi che oltretutto rischiano di mettere in dubbio la vostra credibilità.

Se posso permettermi alcuni consigli, vi direi di puntare su aspetti più concreti.

  1. Chiedere la proibizione totale della plastica, che sta rovinando terra e soprattutto acque;
  2. Chiedere l’abbandono dei pesticidi che oltre a distruggere la biodiversità generano non pochi problemi alla salute;
  3. Chiedere tasse elevate sui voli in aereo. Il mercato dei voli low cost ha conseguenze enormi sulle emissioni di sostanze tossiche;
  4. Chiedere il trasferimento delle merci sulla media-lunga distanza tramite ferrovia;
  5. Potreste anche decidere di limitare al minimo indispensabile gli acquisti online, staccarvi da FB e compagnia che generano alcuni elementi negativi: richiedono molta energia per far funzionare e raffreddare i loro server e vi controllano capillarmente.
  6. Potreste anche agire localmente. Ad esempio, a Bellinzona ci sono alcuni gelatai locali ma alla mensa della Scc ci sono i gelati industriali della Nestlè. Non comperateli più e pretendete quelli locali.

Naturalmente questi sono alcuni esempi di possibili strategie per le quali provare ad impegnarvi, possibilmente coordinandovi a livello europeo (o mondiale). Oltre alle proteste di piazza potreste agire proponendo petizioni o iniziative per fare pressioni sulla politica.

E soprattutto dovete dimostrare con il vostro esempio che si possono cambiare le sorti del pianeta con azioni concrete di ognuno di voi. Un esempio tra i molti possibili: se tutti i ragazzi del pianeta che sono scesi in piazza per protestare decidono di non più volare – perlomeno con i voli low cost e per andare in vacanza – coinvolgendo anche i familiari, le cose cambierebbero in fretta.

Greta Thunberg ha rinunciato ai viaggi in areo, ha chiesto ai suoi genitori di installare un impianto fotovoltaico, di coltivare il proprio orto, ma soprattutto non chiede cose impossibili. Esige “solo” che la politica faccia il possibile per salvare il pianeta e voi dovete aiutarla.

Ti potrebbero interessare:

GAS è gratuito, perchè riteniamo fondamentale che il maggior numero di lettori possibile possa avere un’informazione alternativa rispetto alla stampa ufficiale.

Il nostro lavoro, tuttavia, comporta degli investimenti. Abbiamo scelto di non ricorrere alla pubblicità per non “sporcare” il sito con annunci pubblicitari, e mantenere la nostra indipendenza rispetto al mondo imprenditoriale ed economico. Ci sosteniamo solo tramite le adesioni dei nostri soci e le donazioni dei nostri lettori.

Se anche tu vuoi aiutarci ad andare avanti nel nostro lavoro di informazione indipendente e alternativa, puoi contribuire diventando socio di GAS oppure con una donazione libera. Grazie per il tuo supporto.

SOSTIENI GAS NO,GRAZIE!